Doctor Who, al via le riprese: una stagione con meno episodi

Addio agli undici episodi canonici a causa dell’emergenza coronavirus

Cast e crew di “Doctor Who” tornano a lavoro sul set. È stato infatti annunciato l’inizio delle riprese della tredicesima stagione della celebre serie TV britannica, la cui nuova serie è ripartita nel 2005.

Tutto pronto per rivedere Jodie Whittaker sul set nei panni del Dottore, anche se l’emergenza coronavirus (LO SPECIALE – GLI AGGIORNAMENTI – LA MAPPA) ha modificato i piani iniziali. Questa stagione, che dovrebbe dare l’addio all’attrice, pronta alla rigenerazione, sarà composta da soli otto episodi. Difficile pensare che tutto ciò possa avere serie ripercussioni sulla trama, considerando come solitamente gli episodi siano 11. “Doctor Who” non è infatti uno show che propone 20 o più episodi a stagione. Ciò che si andrà a limitare, verosimilmente, sarà il numero di episodi “filler”.

Un cambio di rotta netto per Chris Chibnall, che ha deciso di puntare maggiormente sulla qualità della produzione dei singoli episodi, riducendone il numero. Una sfida intrigante per gli spettatori, che si sono mostrati alquanto critici nei confronti di questa nuova rigenerazione. Il focus delle polemiche non è mai stato incentrato però su Whittaker, quanto sulla trama proposta e sulla mancanza di una vera storyline orizzontale, che unisse l’intero percorso.

Doctor Who 13, cosa sappiamo

Le migliori serie tv da vedere a novembre

In merito alla nuova stagione di “Doctor Who” si è espresso Rhodri Talfan Davies, ovvero il Direttore della BBC Wales, che ha spiegato come la produzione sia stata ritardata a causa delle misure restrittive dovute alla pandemia.

Ecco invece le parole di Chris Chibnall: “Questo è uno strano periodo e sono stati fatti dei veri e propri miracoli da parte del team di produzione di ‘Doctor Who’, così da riportare lo show sul set. Siamo entusiasti di tornare, data la complessità di realizzazione della serie, con nuovi e rigorosi protocolli Covid. Servirà più tempo per girare ogni singolo episodio, il che significa che ci aspettiamo di concludere la stagione con otto episodi, invece dei soliti 11. Non mancheranno però ambizione, umorismo, divertimento e paura. Tutto questo resterà al proprio posto”.

In merito si è espresso anche Matt Strevens, produttore esecutivo di BBC Studios: “Siamo entusiasti d’aver sbloccato la TARDIS, rispolverato il sonoro e ricominciato le riprese per la prossima stagione. Sarà divertente e pieno d’azione, come sempre, con molte sorprese”.

Nell’ultimo episodio andato in onda di “Doctor Who” avevamo lasciato il Dottore rinchiusa in una prigione eterna. Una trama connessa con lo speciale di Natale, “Revolution of the Daleks”, che vedrà Yaz, Graham e Ryan provare a portare avanti le proprie vite senza di lei. Scoprono però l’esistenza di un piano messo in atto dai nemici più letali del Dottore, i Dalek. Come scendere in battaglia senza il Dottore? Quale sarà il suo destino? Ecco le domande alle quali si avranno risposta a dicembre 2020. 

Fonte : Sky Tg24