Il decadimento della cultura pop, nelle distopie di Filip Hodas

Da Topolino alle Poké Ball passando per Hello Kitty e Star Wars, enormi simulacri della pop culture abbandonati a loro stessi sono i soggetti delle grafiche post-apocalittiche dell’artista ceco

Il futuro post-apocalittico del mondo è interpretato, nelle elaborazioni grafiche dell’artista ceco Filip Hodas, come la somma di icone e simboli della cultura pop abbandonati e in rovina alla stregua di palazzi e architetture, soffocati dalla natura che si riprende il suo spazio; reale o immaginario che sia.

Topolino, SpongeBob ed Hello Kitty sono sculture giganti che emergono da putride paludi o tappeti di muschio: una distopia angosciante e decadente che strizza l’occhio al tema delle catastrofi ambientali e alle paure apocalittiche che queste portano con sé, oltre, naturalmente, ai film di genere, punto di partenza per la serie di cui potete vedere i risultati in questa gallery.

Fonte : Wired