Star Wars, George Lucas rivela i piani originali per la Trilogia Sequel

Le idee di George Lucas, mai giunte al cinema, per i primi due episodi di Star Wars, con protagonisti Darth Maul e la sua allieva

I fan di “Star Wars” non hanno particolarmente apprezzato la trilogia sequel di J. J. Abrams. Se il primo capitolo è risultato una copia mal riuscita di “Episodio IV”, in seguito le cose non sono migliorate. Dalle scelte di sceneggiatura, ai colpi di scena, dalla gestione dei personaggi secondari alla modifica operata al personaggio di Luke Skywalker nel secondo capitolo. Tante le critiche da parte degli appassionati, che si sono sempre chiesti quali sarebbero stati i piani di George Lucas per questa fase della saga.

Un dubbio che trova risposta grazie a un’intervista di Lucas inclusa nel volume “The Star Wars Archives: Episodes I-II 1999-2005”, di Paul Duncan. Il celebre filmmaker ha affermato che il principale villain sarebbe stato il sith Darth Maul, tra i personaggi più iconici della saga e tra le figure ancora oggi amatissime della trilogia Prequel.

I fan lo hanno adorato in “Episodio I” e avrebbero di certo amato ritrovarlo in seguito. Nella trilogia sequel non sarebbe stato solo. Lucas aveva infatti intenzione di portare in scena anche Darth Talon, sua apprendista apparsa nella serie a fumetti.

Star Wars, l’intervista di George Lucas

Nel corso dell’intervista George Lucas dichiara: “Darth Maul allena una giovane ragazza, Darth Talon. Nei fumetti è indicata come la sua apprendista. È la nuova Darth Vader e la maggior parte dell’azione si sarebbe concentrata su di lei. Avrei reso loro due i principali villain della trilogia sequel. Col tempo Maul sarebbe divenuto il signore del crimine nella galassia, assumendo il potere dopo la caduta dell’Impero”.

George Lucas aveva un piano preciso e chi può dire che tali idee, che hanno già scatenato un grande entusiasmo nei fan, non possano essere prese in considerazione nel prossimo futuro. I nuovi film avrebbero avuto luogo a distanza di poco tempo da “Il Ritorno dello Jedi”.

Spazio anche per Luke Skywalker, intenzionato a ricostruire l’ordine degli Jedi, addestrando la nuova generazione. Spazio anche per Leia Organa, divenuta Cancelliere Supremo della Repubblica, rivelando il proprio destino. Era lei la Prescelta che avrebbe potuto portare equilibrio nella Forza.

Una sceneggiatura ben differente rispetto a quella giunta sullo schermo. Un buon equilibrio tra passato e futuro. Nulla si è però mai concretizzato, così come la serie live action “Star Wars Underworld”, da ambientare tra “Episodio III” ed “Episodio IV”, che avrebbe portato sul piccolo schermo il sottobosco criminale dell’Impero.

Fonte : Sky Tg24