Mancini-Vialli, scambio di messaggi via radio. Così il ct dà ordini da casa

Roberto Mancini non è in panchina nella sfida amichevole della Nazionale contro l’Estonia. Risultato positivo al coronavirus, il commissario tecnico è stato costretto – come da protocollo – all’isolamento fiduciario in attesa della guarigione e del tampone negativo che gli dia il via libera. Potrebbe arrivare a breve, permettendogli di essere di nuovo col gruppo in vista della gara contro la Polonia di domenica prossima. C’è fiducia ma gli servirà il conforto dei test. A guidare l’Italia nella partita del ‘Franchi’ di Firenze c’è Alberico Evani ma nel ruolo di ‘ct ombra’ non è sfuggito l’atteggiamento di Gianluca Vialli.

Mancini, ordini via radio tramite Vialli

L’ex attaccante Azzurro, di Cremonese, Sampdoria e Juventus è il capo delle delegazione e, nell’occasione, ha fatto da tramite per suggerire le indicazioni da dare ai calciatori nel corso del match. In piedi, non molto distante da Evani, ha un auricolare e un apparecchio nella tasca. Dal labiale s’intuisce che sta parlando con la persona che è dall’altro capo del filo. E quando deve, alza un po’ la voce per rivolgere le imbeccate al vice di Mancio. In contatto diretto il ct, ne ha trasmesso gli ordini girandosi verso l’ex milanista. Come? Servendosi di una radio, una ricetrasmittente a mo’ di walkie-talkie che gli ha permesso di recepire in tempo reale ogni indicazione.

Come sta il ct? Ecco quando potrà tornare in panchina

L’ultimo tampone al quale si è sottoposto Mancini ha registrato ancora la positività del ct al Covid. La carica virale è debole ma per uscire dalla quarantena e tornare al suo ruolo non basta. Per recarsi a Coverciano il ct dovrà risultare negativo, l’obiettivo è esserci anche per la giornata di giovedì, quando nel pomeriggio è in programma il primo allenamento che conduce verso l’incontro coi polacchi. Intanto, si sono aggiunti al gruppo Azzurro altri calciatori, in arrivo nel rispetto delle decisioni delle Asl regionali. Si tratta di Bonucci, Jorginho e Locatelli oltre Barella e Acerbi.

Fonte : Fanpage