Naufragio nel Mediterraneo, morta una bimba di sei mesi a bordo di Open Arms in attesa dei soccorsi

Redazione 11 novembre 2020 20:54

Morire ad appena sei mesi. Non ce l’ha fatta la bambina che si trovava insieme ad altri migranti su un gommone naufragato nel Mediterraneo soccorso da Open Arms. “Nonostante gli enormi sforzi dell’equipe medica, è venuta a mancare a causa del naufragio”, ha scritto su Twitter la ong, aggiungendo: “Avevamo chiesto per lei e per altri casi gravi un’evacauzione urgente, da effettuare tra breve, ma non ce l’ha fatta ad aspettare. Siamo addolorati”. 

“Oggi sotto gli occhi e tra le braccia dei soccorritori di Open Arms si è consumata più di una tragedia. Hanno raccolto dal mare i corpi di cinque naufraghi, e ora è morta questa bambina. Un pensiero per le famiglie delle vittime e uno a tutti i soccorritori”, è il commento di Cecilia Strada di Emergency. 

 Il giornalista di Radio Radicale, Sergio Scandura, ha scritto su Twitter che la guardia costiera ha inviato una vedetta partita da Lampedusa, con personale CISOM (Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta) a bordo, e un elicottero in supporto alla nave di Open Arms. 

Il naufragio nel Mediterraneo con centinaia di migranti a bordo

Oltre alla neonata, altri cinque migranti sono morti nel naufragio del gommone, che trasportava un centinaio di persone compresi alcuni minori. Al momento del naufragio il gommone si trovava a 31 miglia a nord della libica Sabrata, secondo un tracciato pubblicato da Sergio Scandura, giornalista di Radio Radicale

Open Arms aveva già denunciato la totale mancanza di assistenza in mare: “Siamo da soli, e possiamo contare su due lance rapide e sei soccorritori. Ciò dimostra quanto siano necessarie operazioni congiunte a livello organizzativo e degli stessi governi per la ripresa del soccorso in mare. Servono immediatamente corridoi umanitari”, erano state le parole di Riccardo Gatti, capo missione di Open Arms. “Da soli in mare non riusciamo a contenere la tragedia del Mediterraneo”, ha twittato il fondatore di Open Arms Oscar Camps, condividendo la notizia della morte della piccola.

Fonte : Today