Cinecittà, travasato un ulivo secolare: arriva dalle villette abbattute ai Casamonica

A Cinecittà c’è un nuovo ulivo. Ha una storia importante perché è una pianta secolare. E perché è frutto di un’operazione che è stata realizzata sotto la regia del Municipio VII.

L’ulivo dei Casamonica

L’ulivo, che ha trovato posto in un grande vaso appositamente sistemato all’angolo tra via Tuscolana e viale Palmiro Togliatti, arriva dall’area di Gregna Sant’Andrea. Più precisamente dal lotto dove sono stati demoliti, nell’ambito dell’intervento svoltosi lo scorso 21 ottobre, villette ed edifici abusivi di proprietà della famiglia Casamonica.

Gli alberi da salvaguardare

“Nelle ultime demolizioni effettuate nel nostro territorio, abbiamo notato che c’erano molte piante, alcune in buono stato altre in pessime condizioni. Abbiamo ritenuto fosse importante, oltre alla demolizione, provare a salvaguardare ciò che di bello era presente tra quelle villette” ha spiegato Monica Lozzi, la presidente del Municipio VII, commentando la decisione di prelevare un albero per trapiantarlo a Cinecittà.

Un simobolo di rinascita e legalità

“A Gregna Sant’Andrea abbiamo trovato  anche un ulivo, maltrattato, che stava morendo. Per noi – ha spiegato la Minisindaca – è diventato un simbolo con una doppia valenza, in grado di richiamare sia la legalità che la rinascita. Per questo abbiamo deciso di travasarlo vicino alla sede del nostro municipio. Speriamo possa recuperare e salvarsi”. Sarebbe un bel segnale: per il benessere della pianta. Ed anche per i valori che le sono stati associati.  

Ulivo cinecittà foto 1-2

Fonte : Roma Today