Johnny Depp e il futuro dei concerti: “Mi manca tantissimo suonare, mi chiedo come sarà dopo la piaga del Coronavirus”

La musica dal vivo purtroppo è ferma a causa del Coronavirus e in questo momento sono tanti gli artisti che si chiedono quale sarà il futuro delle performance live. Tra questi c’è anche Johnny Depp che, oltre che una star del cinema, è anche un musicista degli Hollywood Vampires. Al Zurich Film Festival che si è tenuto in questi giorni l’attore ha dichiarato di sentire molto la mancanza delle esibizioni dal vivo con la sua band.

Depp ha partecipato al festival in qualità di produttore di Crock Of Gold, un documentario sulla vita di Shane MacGowan, frontman della band anglo-irlandese The Pogues.Ho voluto realizzare quest’opera perché conosco quest’uomo da 30 anni e lo adoro – ha detto in proposito l’attore – voglio che la gente sappia che le sue parole sono molto importanti. Racchiude in sé un po’ di Bukowski e di James Joyce, rientra in quel pantheon, è un gigante della poesia e della letteratura. Volevamo che la gente lo sapesse”.

A margine della presentazione di questo documentario, Depp si è interrogato sul futuro della musica: “Mi manca esibirmi – ha detto, come riporta euronews.com – sebbene esibizione sia una parola strana, mi manca la connessione immediata che si crea con le persone che sono lì per condividere con te quell’esperienza. Perché non esistono band, suoni o musica se non ci sono le persone. Quindi sento davvero la mancanza di questa connessione con il pubblico, mi mancano le reazioni degli spettatori e lo scambio di emozioni e sicuramente, dopo l’orrore di questa piaga, non so come saranno in futuro i live show o come saranno gli eventi sportivi. È uno di quei casi in cui bisogna dire aspetta e spera, però sono cose che mi mancano davvero”.

Durante il festival cinematografico a Zurigo Johnny Depp ha raccontato che la musica è stata la sua prima vera passione, concetto che ha già spiegato più volte in passato: l’attore ha detto che non provò molto interesse quando gli furono offerti i primi ruoli al cinema. Prima di diventare una star di Hollywood, Depp suonava in una band glam metal, i Rock City Angels. Qualche anno fa, grazie ad Alice Cooper, il divo è potuto tornare a coltivare la sua passione per la musica con gli Hollywood Vampires.

Lasciai la scuola e iniziai a suonare nei locali quando avevo 15 anni, facendo vari lavori – ha raccontato – ero un musicista e penso che sia la musica il vero grande amore della mia vita. Quando arrivò l’opportunità di girare un film, non ero un attore e quindi non mi importava molto. Feci un paio di film, qualcuno voleva darmi 1800 dollari a settimana, così pensai ‘Accetto, non mi interessa perché non è la mia arte’”.

Nonostante le sue convinzioni, alla fine Depp è diventato un grande attore, amato in tutto il mondo. “Mi ritrovai bloccato su quella strada – ha proseguito – e realizzai che la musica sarebbe passata in secondo piano. Da allora, mi sono sforzato per essere un attore punk-rock. Cry Baby e Edward Mani di Forbice stabilirono la direzione che avrei preso. Al mio agente non piaceva, invece a me sì. Più entravo in quel mondo e più cresceva il mio interesse per quel mondo”.

Alla creazione dei personaggi che ha interpretato nel corso della sua lunga carriera, Depp ha sempre contribuito con la sua grande personalità. Ad esempio, quando si calò nei panni del Capitano Jack Sparrow di Pirati dei Caraibi, uno dei suoi ruoli più riusciti e più apprezzati, personalizzò il personaggio e inizialmente i produttori non furono molto entusiasti: “Erano nervosi – ha raccontato in proposito – temevano che nessuno avrebbe capito ciò che diceva Jack. Ho ricevuto telefonate da parte loro in cui mi dicevano ‘è ubriaco? Tu sei ubriaco? Che mi dici delle sue mani?’. Tutto questo non mi scoraggiò, anzi, mi diede ancora più energia. So che se i produttori sono preoccupati allora sto facendo bene il mio lavoro. Quando mi chiedevano di abbassare i toni, io invece li alzavo”. Le sue idee per i suoi personaggi si sono sempre rivelate giuste e adatte in ogni film, visto che le sue interpretazioni hanno riscosso sempre un grande successo. La speranza è che Johnny Depp possa tornare presto non solo a girare dei film, ma anche a suonare dal vivo con Alice Cooper e Joe Perry negli Hollywood Vampires.

Fonte : Virgin Radio