Die Hard 2, Bruce Willis causò la prima denuncia per product placement di Hollywood

Stasera su Rete4 a partire dalle 21:20 torna Die Hard 2: 58 minuti per morire, secondo episodio della saga action con Bruce Willis che torna nei panni dell’amatissimo poliziotto John McClane dopo l’exploit di Trappola di Cristallo di John McTiernan.

Del film, la cui trama ruota intorno ad un gruppo di terroristi che prende in ostaggio un intero aereo di linea, col protagonista che dovrà risolvere la situazione dall’interno dell’aeroporto, dovete sapere che ha rappresentato la prima causa legale per product placement di Hollywood.

Questo perché la Black & Decker, la celebre società statunitense di elettroutensili, prodotti e accessori per la casa, aveva pagato una cifra importante al fine di avere nel film una scena con il suo ultimo modello di trapano a batteria: semplicemente, il personaggio di Bruce Willis avrebbe dovuto usare il trapano (con logo Black & Decker ovviamente in bella vista) durante una determinata sequenza del film. Tuttavia la scena fu tagliata dal montaggio finale, e allora la società arrivò a citare in giudizio la 20th Century Fox in quella che è considerata la prima causa legale a Hollywood per product placement.

La Black & Decker chiese un risarcimento di $150mila dollari, e li ottenne: la cosa venne risolta ‘amichevolmente’ in via extragiudiziale.

Per altri approfondimenti vi rimandiamo all’Everycult su Die Hard 3.

Fonte : Everyeye