Koulibaly: “Futuro? Amo Napoli, le squadre mi cercano ma sono ancora qua”

Il difensore del Napoli analizza la gara vinta con la Real Sociedad ma parla anche di futuro: “Era difficile venire su questo campo e fare bene. Le squadre mi cercano ma io sono ancora qua. Io amo Napoli, ho tre anni di contratto e sono nel progetto al 100%. Vedremo cosa accadrà. Gattuso? Dopo una stagione per me difficile mi ha detto la verità in faccia e io mi sono messo a lavorare”

Il Napoli vince a San Sebastian una gara molto complicata con la Real Sociedad. Tra i migliori in campo Kalidou Koulibaly che analizza la partita: “Non so se è la vittoria più importante della stagione ma avevamo voglia di fare bene qua – dice – Loro sono una squadra molto forte, sono primi in classifica e noi abbiamo gestito bene la partita perché giocare fuori casa, in questo campo, con la loro fiducia, non era facile e penso che abbiamo fatto molto bene”. Sulla crescita della squadra: “Cosa c’è di diverso rispetto allo scorso anno? Siamo più consapevoli ma anche se vinciamo le partite ci rimettiamo sempre in discussione e vogliamo vincere ogni volta, anche soffrendo. Sapevamo che loro erano forti e ci siamo messi a disposizione, ci siamo aiutati tutti e possiamo essere felici stasera”.

Koulibaly e il futuro: “Amo Napoli ma vedremo”

Koulibaly sembra aver definitivamente superato tutti i problemi della scorsa stagione: “Ho avuto una stagione più difficile anche se non ho fatto malissimo però sappiamo il livello che ho e sapevamo che potevo dare di più. Quest’anno il mister mi ha detto che contava molto su di me perché devo aiutare la squadra e dovevo tornare al mio livello. Mi ha detto semplicemente la verità e me lo ha detto in faccia e io mi sono messo a lavorare e a disposizione di tutti e oggi vediamo il risultato, ma dobbiamo essere consapevoli che la stagione è ancora lunga e ci sono tante partite dove bisogna mantenere questo livello. Con Ancelotti ero macchinoso, dopo l’infortunio e il lockdown sono tornato al mio livello, io provo a dare quello che la gente si aspetta da me. Io amo Napoli e Napoli mi ama, quella è la cosa più importante, io mi metto sempre a disposizione partita dopo partita, ho ancora tre anni di contratto, io sono tranquillo, le squadre mi cercano ma io sono ancora qua, quindi… Io gioco al mio livello e aiuto questa squadra e questa gente perché io voglio rendere qualcosa a loro poi vedremo quello che succederà”.

“Gattuso vuole che concretizziamo di più”

Sulla differenza tra il Napoli di Sarri e quello di Gattuso: “Possiamo arrivare ai livelli del Napoli di Sarri. Il gioco di Sarri era più di palleggio, quello del mister è un po’ più diretto. C’è la stessa idea di giocare a calcio ma Gattuso vuole che concretizziamo di più e noi sappiamo che possiamo arrivare al livello che il mister chiede”.

Fonte : Sky Sport