Agroalimentare: il Campus BioMedico e la Fondazione Enpaia insieme per il cibo Made in Italy

L’accordo è stato firmato. La Fondazione Enpaia (Ente Nazionale di Previdenza per gli Addetti e per gli Impiegati in Agricoltura) e l’Università Campus Bio-Medico di Roma, hanno deciso di sedersi attorno ad un tavolo, per mettere reciprocamente a disposizione le rispettive competenze.

L’accordo

La collaborazione appena avviata è finalizzata a svolgere attività di ricerca scientifica e sviluppare didattiche complementari. Della prima ne beneficerà direttamente il settore agroalimentare. Delle seconde gli studenti ed i laureati dell’Ateneo, ma anche i dipendenti, soci e iscritti di Enpaia. A loro saranno destinati programmi formativi in linea con gli attuali scenari e le  esigenze del settore dell’Agricoltura. Scenari che, inevitabilmente, pongono delle sfide rilevanti per chi vuole continuare a produrre made in Italy.

Lo scambio di conoscenze ed esperienze

“L’accordo tra Ucbm ed Enpaia è un passo in avanti importante per accrescere gli scambi di conoscenze ed esperienze tra mondo universitario e mondo delle imprese agroalimentari – ha sottolineato il rettore prof. Raffaele Calabrò – Vogliamo dare ai nostri studenti la possibilità di conoscere da vicino le realtà produttive del settore agroalimentare italiano e crediamo che solo un contatto diretto con le aziende possa dare un valore aggiunto alla loro esperienza di formazione. D’altra parte è fondamentale che il mondo produttivo possa trovare nella ricerca universitaria un punto di riferimento su temi come la sostenibilità ambientale, la bioeconomia circolare o la riduzione degli sprechi per innovare le produzioni e accrescere la qualità di un patrimonio unico quale è l’agroalimentare italiano”.

L’accordo si inserisce nell’ambito di un più ampio rapporto di partnership tra i due Enti, che ha già portato, lo scorso luglio, alla sottoscrizione di una convenzione per l’assistenza sanitaria con il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico a beneficio della Fondazione Enpaia, divenuta  una dei principali azionisti del Campus Bio-Medico SpA.

Il vantaggio per le imprese agricole

“Quello firmato con l’Università Campus Bio-Medico di Roma è un accordo molto importante, che porterà rilevanti risvolti per il mondo dell’agricoltura” ha pronosticato il presidente di Enpaia, Giorgio Piazza. Per il numero uno della Fondazione servirà a “Creare dei percorsi di interscambio, che ci consentono di accedere a livelli di conoscenza molto alta”. Una possibilità che  “rappresenta per le imprese agricole, iscritte alla Fondazione Enpaia, un vantaggio competitivo notevole, capace di generare ricchezza sul territorio. Per tale ragione, sono certo che il rapporto con il Campus Bio-Medico si ripercuoterà positivamente su tutta filiera agricola, aiutando altresì gli agricoltori in una gestione più efficace delle loro imprese”.

Alla firma per l’Università Campus Bio-Medico di Roma si sono presentati il Rettore Raffaele Calabrò, la Preside della Facoltà di Scienze e Tecnologie per l’Uomo e per l’Ambiente, Laura De Gara e il Direttore Generale della Campus Bio-Medico SpA, Domenico Mastrolitto. La Fondazione Enpaia era invece rappresentata dal Presidente Giorgio Piazza e dal Direttore Generale Roberto Diacetti.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

 

Fonte : Roma Today