Virgil Abloh crea la felpa che si autocompone dedicata ad Enzo Mari

Off-White ha partecipato alla mostra della Triennale Milano su Enzo Mari, curata da Hans Ulrich Obrist con Francesca Giacomelli, e inaugurata il 17 ottobre, con un opera intitolata “Modular Hooded Sweatshirt”. Si tratta di una felpa con cappuccio che, ispirandosi al tema dell’Autoprogettazione di Enzo Mari, si autocompone attraverso un apposito kit di realizzazione.

L’installazione “Modular Hooded Sweatshirt” è stata ideata dal noto designer Virgil Abloh, fondatore di Off-White. Inserita nella sezione storica della mostra Enzo Mari a cura di Hans Ulrich Obriste, l’opera di Off White è un omaggio al designer italiano scmparso di recente e offre la possibilità di cucire la propria felpa con cappuccio utilizzando un kit di materiali in dotazione: fili, aghi, spille e campioni di felpa. Il concept si ispira alla filosofia di Autoprogettazione di Mari, che ha incoraggiato un approccio fai-da-te alla ricerca e alla pratica del design. La felpa è caratterizzata dalla grafica iconica di Mari con la sua pantera nera stampata e altre immagini ricorrenti. “Modular Hooded Sweatshirt” è acquistabile esclusivamente presso il bookshop della Triennale. Enzo Mari a cura di Hans Ulrich Obrist con Francesca Giacomelli – e la “Modular Hooded Sweatshirt” – è in mostra alla Triennale di Milano fino al 18 aprile 2021.

Virgil Abloh è uno dei vari artisti invitati a rendere omaggio a Enzo Mari attraverso installazioni site-specific e nuovi lavori appositamente commissionati. Gli altri nomi comprendono Adelita Husni-Bey, Tacita Dean, Dominique Gonzalez-Foerster, Mimmo Jodice, Dozie Kanu, Adrian Paci, Barbara Stauffacher Solomon, Rirkrit Tiravanija, Danh Vō e Nanda Vigo. Enzo Mari curated by Hans Ulrich Obrist with Francesca Giacomelli documenta oltre 60 anni di attività di uno dei principali maestri e teorici del design italiano.

Fonte : Fanpage