Thom Yorke ospite alla Festa del cinema di Roma: 10 curiosità sul frontman dei Radiohead

Il leader della band di Oxford è tra i protagonisti della sezione Incontri ravvicinati: al centro dell’evento il suo legame con il cinema e le colonne sonore. Dalla fobia per le auto al matrimonio in Italia, ripercorriamo la sua carriera con dieci fatti che forse non tutti ricordano

C’è anche Thom Yorke tra gli ospiti dell’edizione 2020 della Festa del Cinema di Roma (LO SPECIALE). Il leader dei Radiohead il 24 ottobre è il protagonista di uno degli eventi della sezione Incontri Ravvicinati, in programma nell’ambito della quindicesima edizione del festival, con protagonisti tra gli altri anche Steve McQueen (che ha ricevuto il premio alla carriera), Francesco Totti, per la presentazione del docu-film “Mi chiamo Francesco Totti”, Damien Chazelle e Werner Herzog. Nel corso dell’incontro Thom Yorke parlerà del suo rapporto con il grande schermo e le colonne sonore. In occasione della visita italiana di Thom Yorke, ecco dieci curiosità sul leader dei Radiohead che forse non tutti conoscono.

La nascita dei Radiohead

Thom Yorke si sposa in Italia: chi è la fidanzata Dajana Roncione

Thom Yorke conosce i futuri membri dei Radiohead (Ed O’Brien, Philip Selway, Colin Greenwood e suo fratello più giovane, Jonny) negli anni ‘80 nella scuola di Abingdon, nell’Oxfordshire, che tutti frequentavano. Ma il primo nome del gruppo che formano è On a Friday, dal venerdì, unico giorno in cui la band aveva la possibilità di provare. Il nome Radiohead arriverà nel 1992, alla firma del contratto discografico con la Emi.

Il problema all’occhio

Yorke è nato con l’occhio sinistro completamente chiuso, una paralisi congenita. Fin da bambino viene sottoposto a vari interventi chirurgici per correggere il problema, che, non completamente risolto, diventerà il suo tratto somatico distintivo e inconfondibile.

La fobia per le auto

Nel 1987, Thom Yorke ha un grave incidente in auto insieme alla sua ragazza dell’epoca. Dopo l’episodio Thom svilupperà una fobia per le macchine. È da qui che nascono canzoni come “Airbag”, “Killer Cars”, “Stupid Car”, il video di “Karma Police” (con i Radiohead) e “Drunkk Machine” (da solista).

Le origini di “Creep”

Thom Yorke ha scritto “Creep”, il singolo che li ha consegnati alla fama nel 1993, dopo essere stato respinto da una ragazza di cui si era innamorato mentre frequentava l’università. Inizialmente la canzone era stata ritirata dalla BBC dopo tre passaggi in radio, perché la riteneva “troppo deprimente”. Ma nonostante lo scetticismo iniziale, il brano diventerà un inno generazionale.

È vegetariano e ambientalista

Thom Yorke è un convinto vegetariano e ambientalista. Convinzioni nate a quanto pare sia dall’ascolto dell’album degli Smiths “Meat is murder” e da una ragazza vegetariana che da giovane ha cercato di impressionare. Inoltre pratica assiduamente yoga e meditazione.

Il rapporto con il cinema

Fonte : Sky Tg24