Javier Bardem: i migliori film dell’attore spagnolo

 Scopriamo attraverso le sue migliori interpretazioni, le più belle pellicole dell’attore premiio Oscar per il film “Non è un paese per vecchi”

Tre candidature ai Premi Oscar e una statuetta vinta nel 2001: Javier Bardem è uno degli attori più interessanti e apprezzati della sua generazione (è nato il 1 marzo 1969). Proveniente da una famiglia di attori e registi, prima di lanciarsi nel mondo del cinema è stato anche giocatore di rugby. Dall’esordio nel 1990 con “Le età di Lulù” di Bigas Luna, Bardem ha recitato in circa 50 film, tra lungometraggi, film per la tv e cortometraggi. Dopo gli inizi in Spagna e dopo numerosi Premi Goya – il massimo riconoscimento cinematografico spagnolo – l’attore è approdato a Hollywood recitando in alcune delle pellicole più premiate degli ultimi anni. Nella vita Javier Bardem è sposato con la collega Penelope Cruz, da cui ha avuto due figli. Ripercorriamo la lunga carriera dell’attore – primo spagnolo a vincere l’Oscar – attraverso i suoi migliori film.

Barden e Penelope insieme per Pablo Escobar

Escobar – Il fascino del male (Loving Pablo) è un film del 2017 scritto e diretto da Fernando León de Aranoa. La pellicola, con protagonisti Javier Bardem e sua moglie, l’attrice Penélope Cruz, è basata sul bestseller di Virginia Vallejo, Amando Pablo, odiando Escobar. Il film narra la vita di Pablo Escobar, dall’ascesa criminale avvenuta all’inizio degli anni Ottanta fino alla morte nel 1993, passando per gli anni del narcoterrorismo, della lotta contro la possibile estradizione negli Stati Uniti e del rapporto con la giornalista Virginia Vallejo, che, dopo essere stata a lungo la sua amante, decise di collaborare con la giustizia favorendone la cattura.

“Le età di Lulù” e il sodalizio con Bigas Luna

Il primo film interpretato da Javier Bardem è del 1990: “Le età di Lulù” del regista Bigas Luna. Pellicola dall’alto tasso erotico tratta dall’omonimo romanzo di Almudena Grandes, vede nei panni della protagonista la “nostra” Francesca Neri. Oltre a segnare il debutto nel cinema dell’attore, “Le età di Lulù” segna anche l’inizio di un sodalizio artistico con Bigas Luna, che proseguirà per altri tre film. Nel 1992 è il protagonista, accanto a quella che diventerà sua moglie molti anni dopo, Penelope Cruz, di “Prosciutto prosciutto”. Il film si aggiudica il Leone d’Argento – Premio speciale alla regia alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia e Bardem viene candidato come miglior attore ai Premi Goya. Nei due anni successivi Bigas Luna lo vuole ancora come protagonista di “Uova d’oro”, mentre nel 1994 è nel cast di “La teta y la luna”.

Prima che sia notte

Nel 2000 Javier Bardem recita nel film “Prima che sia notte” di Julian Schnabel, in cui interpreta il ruolo del poeta e romanziere cubano Reinaldo Arenas. La pellicola è tratta dall’autobiografia postuma dello stesso Arenas. Nel cast, insieme a Bardem, anche Johnny Depp e Sean Penn. Il film vince il Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia e Javier Bardem vince la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile. Inoltre, l’attore riceve la sua prima candidatura all’Oscar come miglior attore protagonista.

Mare dentro

Film intenso diretto da Alejandro Amenabar, “Mare dentro” è la storia vera di Ramón Sampedro, un uomo costretto a letto a causa di un grave incidente che lo ha lasciato tetraplegico. Con un trucco straordinario che lo invecchia di circa 20 anni, Javier Bardem regala al pubblico un’interpretazione magistrale che gli vale nuovamente la Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia, un European Film Award e la candidatura ai Golden Globe come miglior attore protagonista. “Mare dentro” vince l’Oscar come miglior film straniero.

Non è un paese per vecchi

Nel 2007 l’attore è nel cast del film “Non è un paese per vecchi” dei fratelli Coen, tratto dall’omonimo romanzo di Cormac McCarthy. Il film viene presentato al Festival del Cinema di Cannes e fa incetta di premi. Candidato a otto Premi Oscar, se ne aggiudica la metà, tra cui quelli come miglior film, miglior regia e miglior attore non protagonista per Javier Bardem. L’attore vince anche il Golden Globe, un Premio BAFTA e numerosi altri riconoscimenti.

Biutiful

Il 2010 è l’anno di “Biutiful” del regista Alejandro González Iñárritu. La pellicola viene presentata in concorso al Festival di Cannes e Javier Bardem riceve il Premio per la miglior interpretazione maschile (ex aequo con il “nostro” Elio Germano) e ottiene la terza candidatura agli Oscar come miglior attore protagonista. Inoltre, riceve la nomination ai Golden Globe e ai Premi BAFTA.

L’ultimo film interpretato da Javier Bardem è “Tutti lo sanno” di Asghar Farhadi, in cui recita, ancora una volta, accanto alla moglie Penelope Cruz.

Fonte : Sky Tg24