Rebecca, arriva il remake del film di Hitchcock targato Netflix

Dal 21 ottobre, è disponibile sulla piattaforma streaming il film di Ben Wheatley con protagonisti Lily James, Armie Hammer e Kristin Scott Thomas. Si tratta di un  l’adattamento cinematografico del romanzo gotico del 1938, già portato al cinema da Sir Alfred nel 1940

“Rebecca”, uscito il trailer del film Netflix

 “Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire”. Così, scriveva Italo Calvino.  Un concetto che può essere applicato anche ai grandi capolavori cinematografici del passato. Solo che, mentre in letteratura, si ristampa o, al massimo si aggiorna e si modernizza la traduzione, la settima arte predilige l’utilizzo del remake. Una pratica spesso e volentieri utilizzata per i capolavori in bianco e nero. Ecco quindi che dal 21 ottobre approda su Netflix Rebecca diretto da Ben Wheatley e interpretato da Lily James, Armie Hammer e Kristin Scott Thomas. Si tratta della nuova trasposizione cinematografica del romanzo di Daphne du Maurier, datato 1938 Un libro che Alfred Hitchcock, portò sullo schermo nel 1940 vincendo due Oscar (miglior film, miglior fotografia) a fronte di 11 nomination

Da Hitchcock a Netflix, le sette versioni di Rebecca

Alfred Hitchcock, i suoi 7 migliori film

Come è noto, dopo il capolavoro di Alfred Hitchcock, tra il 1962 e il 1908, sono stati realizzati altre cinque versioni della tormentata storia d’amore ambientata nella tetra magione di Manderley, in Cornovaglia.  Titoli non particolarmente rilevanti e soprattutto pensati per il piccolo schermo. Come se ci fosse una sorta di timore reverenziale a portare al cinema un remake di un film diretto da sir Alfred, visto l’esito terribile di “Il Delitto Perfetto”, firmato da Andrew Davis nel 1998. Insomma Hitch, si può rifare sul grande schermo solo se ti tratta di una raffinata operazione metacinematografica, come quella compiuta da Gus Van Sant con Psycho.

La trama di Rebecca, il film  Netflix

Alfred Hitchcock, le donne più famose dei suoi film

La storia di Rebecca è molto semplice. A Montecarlo, una timida ragazza inglese, che lavora come dama di compagnia presso la signora Judytta Van Hopper, conosce l’aristocratico e ricco vedovo Maxim de Winter. Tra i due nasce l’amore e dopo due settimane, la coppia si sposa e si trasferisce a Manderley, in Cornovaglia, nella lussuosa casa del Signor De Winter. Ma in quella dimora, la giovane sposa deve vedersela con l’inquietante governante Mrs. Denvers e soprattutto con l’ingombrante ricordo di Rebecca, la prima moglie di Maxim, morta in circostanze misteriose.

 Per Ben Wheatley:  “Rebecca non è un remake di Hitchock”

Non meno ardua è la sfida toccata ad Armie Hammer che in Rebecca è Maxim De Winter. L’Oliver di Chiamami col tuo nome, infatti, ha una pietra di paragone decisamente ingombrante, ovvero Laurence Olivier, una delle più grandi star della Storia del Cinema.

Last but not Least,  la veterana Kristin Scott Thomas presta il suo volto alla signora Denvers uno dei personaggi più spaventosi mai apparsi sullo schermo. E, si sa, la performance di Judith Anderson è uno dei punti di forza del capolavoro di Hitchcock, Sicché vedremo se questa Rebecca targata Netflix riuscirà a reggere il confronto con la versione del 1940 Certo si tratta di un fantasma ancora più travolgente e conturbante di quello della defunta signora De Winter 

E forse la risposta è racchiusa nel monologo con cui comincia il romanzo di Daphne du Maurier _”Noi non possiamo tornare a Manderley, ormai è più che certo. Ma talvolta nei sogni, io rivivo quegli strani giorni della mia vita, che per me cominciarono sulle rive del Mediterraneo.”

Fonte : Sky Tg24