Il traduttore live di Acer che riconosce il linguaggio (e lo slang) dei gamer

SigridWave sfrutta l’intelligenza artificiale e le tecnologie di deep learning per facilitare la comunicazione tra giocatori in tutto il mondo

(Foto: Acer)

Acer ha svelato il sistema di traduzione simultanea SigfridWave per la propria piattaforma di eSport Planet9 che sfrutta l’intelligenza artificiale e le tecnologie di machine learning per comprendere in modo veloce e preciso lo slang dei gamer. Lo scopo è quello di abbattere le barriere linguistiche in quei titoli che richiedono un’interazione vocale tra i vari giocatori in multiplayer e si spinge oltre la semplice lingua istituzionale, aprendo a vocaboli e idiomi gergali.

Il traduttore live di Acer è stato istruito con 10 milioni di coppie di frasi bilingue per poter trasmettere nel modo più corretto possibile un concetto, anche se espresso in modo non convenzionale. D’altra parte un dialogo seduti davanti a un caffè discorrendo di questioni quotidiane è ben diverso rispetto a quello mentre si è nel mezzo di una battaglia virtuale all’ultimo sangue scambiandosi informazioni su armi, nemici e strategie.

SigridWave si poggia sulla tecnologia di riconoscimento vocale automatico (Asr) e la traduzione automaticaneurale (Nmt) per riconoscere termini e espressioni specifiche ed è stato affinato dopo oltre 1000 ore di ascolto e trascrizione. Come funziona? Si avvia quando ci si trova nella lobby di un gioco e si presenta a tutti gli effetti come un overlay in-game personalizzabile e va a decodificare cosa stanno pronunciando in tempo reale compagni o rivali offrendo un linguaggio il più semplice possibile da comprendere.

Sarà implementato in Planet9, la open community che si rivolge sia ai giocatori occasionali sia a quelli professionali mettendo a disposizione strumenti (anche di analisi dei gameplay) e ovviamente tornei grazie ai quali è anche possibile ai fan interagire con il proprio streamer o campione preferito.

Tra le altre novità ufficializzate oggi da parte di Acer ci sono i convertibili Chromebook Spin e Enteprise 513 basati su piattaforma Snapdragon 7c per navigare nativamente in 4G con prezzi da 429 e 699 euro, lo smart speaker Halo con Google Assistant a 119 euro, il notebook Swift 3X con processori Intel di 11ma generazione da 1199 euro e sei nuovi monitor per il gioco tra i quali quello ips curvo da 34 pollici Predator X34 Gs a 1099 euro.

Fonte : Wired