Strade a numero chiuso: anche l’esercito potrà essere schierato per far rispettare il Dpcm

Per far rispettare gli obiettivi del Dpcm sindaci e prefetti potranno disporre una chiusura parziale delle strade o delle piazze restringendo, cioè, l’accesso senza interdirlo totalmente, con il contingentamento degli ingressi. Lo prevede la circolare del capo di Gabinetto del ministero dell’Interno, Bruno Frattasi, inviata ai Prefetti e che fornisce alcune indicazioni sui profili attuativi delle nuove misure anti-covid.

Inoltre per chiudere vie e piazze nei centri urbani potranno essere impiegati anche i militari in forza all’operazione ‘Strade Sicure’. La forza pubblica da impiegare dovrà essere decisa in una riunione tecnica di coordinamento che i questori organizzeranno con le forze dell’ordine e gli altri attori della sicurezza territoriale, anche ai fini dell’individuazione delle aliquote di polizia locale che integreranno il dispositivo.

Saranno poi i sindaci a provvedere con una specifica ordinanza la limitazione dell’accesso a strade e piazze per evitare che si creino assembramenti dopo le 21:00. 

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Coprifuoco e centri commerciali chiusi: le regioni che vanno verso il lockdown 

Intanto il governo è al lavoro per raccordare interventi territoriali mirati, così come già avvenuto per Lombardia e Piemonte che hanno contestualmente chiuso i centri commerciali nei weekend per evitare lo spostamento tra le regioni. Specifiche misure sono state inoltre prese per le scuole con la didattica a distanza anche in Campania e Liguria. Qui tutte le decisioni delle singole regioni.

Fonte : Today