L’anziana che ha passato la notte in ambulanza perché l’ospedale non aveva posti

Ha passato almeno dieci ore a bordo di un’ambulanza, notte compresa, aspettando che si liberasse un posto per i malati di coronavirus. È quanto accaduto a Roma ad un’anziana di 85 anni con problemi respiratori e malata anche di Alzheimer. La donna era ospite della Rsa Anni Azzurri, dove c’è un focolaio.

Ospedale senza posti a Roma: anziana passa la notte in ambulanza

È stata la struttura a chiamare il 118 che ha portato la paziente al San Filippo Neri. Ma nell’ospedale non era ancora stato riattivato il reparto Covid e non c’erano posti a disposizione, nemmeno nella parte del pronto soccorso dedicata a questi malati. Solo nelle prime ore della mattinata è stato trovato un letto per lei nel pronto soccorso dell’ospedale San Filippo Neri di Roma e dopo che era stato accertato che l’anziana aveva anche contratto una polmonite.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Un caso purtroppo non isolato tanto che la Regione Lazio, al termine della task force Covid-19 del 20 ottobre, per voce delll’assessore alla sanità Alessio D’Amato ha annunciato l’incremento di 1.035 posti letto a disposizione per un totale di 2.518 posti letto, di cui 503 di terapie intensive e sub intensive: “Ringrazio tutti gli operatori sanitari e tutte le strutture interessate per lo sforzo straordinario che stanno compiendo”, ha commentato D’Amato.

Le 17 regioni sotto la soglia di sicurezza per i posti in terapia intensiva

Fonte : Today