Genova, Festival della Scienza: imparare divertendosi 

Il Festival si svolge in streaming per le scuole con contenuti digitali dal vivo che permettono alle classi di partecipare al Festival senza lasciare le sedi degli istituti scolastici. Il pubblico delle famiglie e degli appassionati di scienza può invece accedere a un programma di mostre, conferenze, spettacoli, installazioni e laboratori, organizzati in scrupolosa compatibilità con le misure di sicurezza vigenti. Infine, a causa delle difficoltà logistiche causate dalla pandemia, il progetto Paese Ospite Regno Unito è stato rimandato al 2021.

Il programma, previsto inizialmente in presenza, adotta la formula in streaming dopo la stretta imposta dalle necessità di contenimento epidemico, almeno per quando riguarda le conferenze e le tavole rotonde. Confermata invece la fruizione in presenza per laboratori e mostre, nei quali la partecipazione e l’interazione da parte del pubblico sono comunque adattate opportunamente per garantire la sicurezza di visitatori e operatori. Il palinsesto di incontri ed eventi prevede in ogni caso il coinvolgimento di illustri scienziati italiani e stranieri. Al momento sono confermate le sedi storiche del Festival: oltre a Palazzo Ducale e al Porto Antico, sono coinvolti anche i principali musei cittadini, biblioteche e teatri.

Un focus particolare è dedicato proprio alla pandemia da Covid-19: è intitolato: “L’onda Covid: capire per reagire” ed è articolato in una serie di incontri con prestigiosi ospiti del mondo della ricerca internazionale, in collaborazione con il Bo Live dell’Università di Padova, con il coordinamento scientifico della Prof. Antonella Viola, immunologa di fama internazionale.

Il pubblico scolastico, tradizionalmente molto affezionato al Festival è destinatario di un’offerta ad hoc in streaming, vista l’impossibilità di organizzare le uscite dagli edifici scolastici. E’ quindi il Festival a entrare nelle scuole, se pure virtualmente, con iniziative diverse, tra cui laboratori interattivi, webinar e visite virtuali dei principali istituti di ricerca italiane e europei. I contenuti degli eventi, studiati con il supporto dei principali enti di ricerca italiani ed europei e delle più consolidate associazioni di divulgazione scientifica, sono rivolti a una fascia scolastica molto ampia: dalla scuola primaria alla scuola media superiore. 

Vista la continua evoluzione della situazione pandemica e delle normative di sicurezza, è opportuno consultare il sito del Festival per mantenersi aggiornati sulle eventuali modifiche al calendario degli eventi e delle modalità di fruizione. Il programma completo degli appuntamenti, le istruzioni con i comportamenti e le procedure anti-Covid, le informazioni per prenotare e acquistare i biglietti sono online sul sito del Festival www.festivalscienza.it

Fonte : TgCom