Foo Fighters, il vero significato di The Pretender: dalla protesta fino al ritornello nato da una canzone per bambini

È da poco passato l’anniversario dell’uscita di Echoes, Silence, Patience & Grace, il sesto album in studio dei Foo Fighters, pubblicato il 25 settembre del 2007. Sono passati già tredici anni da allora ma ancora ci si interroga sul vero significato del brano The Pretender, uno dei più amati della band di Dave Grohl, diventato ormai un vero inno per i fan.

Analizzando il testo della canzone uscita nell’agosto di quell’anno come primo estratto del nuovo disco, ci si accorge subito che si tratta di un canto di sfida e di ribellione; ma a chi o a cosa è rivolto? Si riferisce alla situazione politica statunitense di quegli anni, quando il Presidente era George W. Bush, oppure è una canzone universale?

Il brano parla di qualcuno che viene ingannato da un qualcosa di più grande di lui, un potere superiore che fa pensare, appunto, alla politica. Nel ritornello Dave Grohl intona una serie di domande: “Che fai se ti dico che io non sono come gli altri? – canta – Che fai se ti dico che non mi arrenderò mai?”. Queste parole fanno pensare che lui, al contrario delle altre persone, si ribella a questa situazione sfavorevole.

Non è stato mai chiarito a chi o a cosa Dave Grohl si riferisse, ma The Pretender potrebbe davvero essere una canzone di protesta. “Il problema dei testi è proprio questo – ha spiegato il frontman a xfm in un’intervista del 2007 – non si vogliono dare spiegazioni perché è bello per le persone farsi una propria idea di una canzone o darle una propria interpretazione. In ogni caso, tante persone sono state ingannate prima e penso che molte persone si sentano ingannate anche adesso, perché non stanno ottenendo ciò che era stato promesso loro e quindi sì, il brano ha a che fare con una cosa del genere”. Dave Grohl comunque ha preferito non rivelare a chi fosse rivolto il brano o chi l’ha ispirato, ma in tanti hanno pensato si trattasse proprio dell’allora Presidente Bush, il cui operato fu criticato anche da tanti personaggi del mondo della musica e dello spettacolo.

Grohl ha cercato dunque di rendere questa canzone universale, senza dare riferimenti a persone o situazioni specifiche. Per la musica, o almeno per il ritornello, però, il frontman ha detto di essersi ispirato alla canzoncina One Of These Things del programma televisivo educativo per bambini Sesame Street, del quale il musicista ha rivelato di essere fan da sempre. In effetti la melodia della canzone è molto simile a quella del ritornello.

Fonte : Virgin Radio