Jon Bon Jovi racconta la storia d’amore con Dorothea, un legame nato tra i banchi di scuola che dura da 40 anni

Jon Bon Jovi conobbe sua moglie Dorothea ai tempi del liceo e tra loro fu subito amore: i due ormai stanno insieme da ben 40 anni, dei quali 31 di matrimonio. Oggi il musicista ha parlato apertamente della sua vita privata in una nuova intervista per People, durante la quale era presente anche sua moglie.

Dalla longeva relazione tra Jon e Dorothea sono nati quattro figli: oggi la coppia è più unita che mai e si amano proprio come il primo giorno. “Il segreto? – ha detto il cantante – è il rispetto reciproco. Oltre al fatto di essere cresciuti insieme. Ci piacciamo davvero e desideriamo ancora stare insieme”. “Ho sempre detto di essere brava a individuare il potenziale – ha aggiunto Dorothea – ho un dono”.

Di certo questo dono l’ha davvero aiutata a trovare la sua anima gemella nel 1980, quando per la prima volta incontrò Jon al liceo Sayreville War Memorial in New Jersey, scuola che entrambi frequentavano. “Mi lasciò copiare da lei il compito di storia! – ha rivelato scherzando Jon Bon Jovi – mi sentii attratto da lei all’istante, dal primo momento in cui la vidi. E questo non è mai cambiato, neanche dopo 40 anni”. “È dolce – ha detto Dorothea per poi aggiungere scherzando – io sono superficiale, lo ammetto!”.

Oggi Jon e Dorothea hanno entrambi 58 anni e sono felici di aver costruito una famiglia bellissima e sempre molto affiatata, composta da Stephanie, la figlia maggiore che ha 27 anni, Jesse che ne ha 25, Jacob che ne ha 18 e infine Romeo, che ne ha 16. In questi 40 anni Jon Bon Jovi è diventato un artista conosciuto e amato in tutto il mondo: tra album, tour, fan e successi, però, il musicista è rimasto sempre con i piedi per terra ed è riuscito a mantenere il suo solido legame con Dorothea, la sua vera roccia.

Ci abbiamo lavorato duramente – ha spiegato Jon – ci piace stare insieme e non siamo mai caduti nelle trappole che la celebrità può comportare. Siamo stati testimoni di ciò che è successo negli anni a persone vicine a noi e a persone che conoscevamo solo di nome. Dipende da ciò che faccio, non da chi sono. Io scrivo canzoni. Sembra anche che io sia molto bravo a interpretarle. È tutto qui”.

Il nuovo album della band intitolato Bon Jovi 2020 uscirà il 2 ottobre e, oltre a contenere Do What You Can, la canzone che il frontman ha composto insieme ai fan durante il lockdown, conterrà anche Story Of Love, un brano ispirato proprio alla meravigliosa famiglia di Jon e Dorothea. L’uscita del disco è stata rimandata a causa della pandemia, mentre il tour è stato cancellato per lo stesso motivo; Jon e sua moglie hanno così avuto la possibilità di dedicarsi a tempo pieno alla loro Jon Bon Jovi Soul Foundation, l’associazione benefica che ha lo scopo di aiutare i poveri e i senzatetto.

Se possiamo mettere un tetto sopra alla testa di qualcuno o del cibo nel loro piatto allora vuol dire che è una cosa molto semplice – ha spiegato il rocker – non abbiamo bisogno di uno scienziato per trovare la cura”. “È una partnership – ha aggiunto Dorothea – quando assistiamo a delle ingiustizie o vediamo delle persone che soffrono, vogliamo aiutarle. Noi siamo molto fortunati e abbiamo la possibilità di fare tutto questo”. Jon e sua moglie, insomma, riescono a fare squadra anche quando si tratta di aiutare il prossimo e questo li rende ancora più uniti. La loro storia d’amore è sicuramente tra le più longeve del rock ed è anche un esempio per tanta gente: “Io sono la persona più felice – ha concluso Jon – se amo ciò che faccio per vivere, lo faccio restando accanto alla mia famiglia e cercando di rendere il mondo un posto migliore”.

Fonte : Virgin Radio