Chi è Nomcebo Zikode, la cantante della hit dell’estate “Jerusalema”

Nata ad Hammarsdale, a poca distanza dalla città portuale di Durban (Sudafrica), è la voce di uno dei tormentoni più ascoltati di questo 2020. Dopo il grande successo internazionale ha inciso il suo primo album

Si chiama Nomcebo Zikode la cantante che ha prestato la propria voce a “Jerusalema”, il singolo hit dell’estate 2020. Nata ad Hammarsdale in Sudafrica, grazie al grande successo ottenuto con questo brano è salita alla ribalta internazionale scalando le classifiche musicali in tutto il mondo. Sull’onda di questo momento d’oro per la sua carriera artistica ha deciso di incidere e pubblicare anche il suo disco d’esordio. Dalle origini al successo internazionale, passando per il percorso di studi, scopriamo allora chi è l’artista più cantata del momento.

Gli esordi nel mondo della musica

Quello con la musica, per Nomcebo Zikode, è amore a prima vista. Già agli inizi del nuovo secolo, infatti, comincia a dedicarsi al canto. Successivamente collaborerà con alcuni grandi artisti del suo Paese natale, il Sudafrica, per lei che è nata e cresciuta ad Hammarsdale, a poca distanza dalla città portuale di Durban. Zikode si diploma nella capitale Johannesburg presso l’Havatech College in Information Technology, dopodiché decide di dedicarsi completamenta alla sua grande passione. A livello locale, la sua popolarità è alimentata dalla partecipazione ad un talent show molto famoso nel Paese: Ukhozi FM. Per superare i confini nazionali ed essere proiettata alla ribalta internazionale, però, dovrà aspettare l’estate del 2020, quella del grande successo di “Jerusalema”.  

Il successo internazionale con “Jerusalema”

“Jerusalema”, la hit nata dalla collaborazione con il produttore sudafricano Master KG, diventa in poco tempo la hit dell’estate 2020 e la consacra per la prima volta alla ribalta internazionale. Grazie anche e soprattutto al supporto di Tik Tok, il brano diventa virale e su Yotube il video ufficiale raccoglie oltre 55 milioni di visualizzazioni. La coreografia realizzata per il brano è stata replicata da milioni di utenti e ha coinvolto anche tantissimi personaggi dello spettacolo, contribuendo ad alimentare un vero e proprio tormentone dal ritmo dance e dall’anima soul. Il brano al quale la giovane cantante africana ha prestato la voce è una sorta di preghiera in venda, una lingua parlata in Sudafrica. In realtà, la sua pubblicazione risale alla fina del 2019, ma è solo con l’estate 2020 che è diventata famosa in tutto il mondo, trasformandosi in un vero e proprio ballo simbolo del post lockdown.

Album d’esordio

Sull’onda del successo internazionale alimentato da Jerusalema, Nomcebo Zikode ha deciso di lanciarsi nell’incisione e pubblicazione del suo primo album in carriera dal titolo “Xola Moya Wam”. Anche questo disco, di genere dance elettronica, è frutto della collaborazione con Master Kg, il dj che l’ha consacrata al grande pubblico e con il quale è ambiasciatrice nel mondo per il DSAC Cultural Diplomacy Programme.

Fonte : Sky Tg24