Terra Madre Salone del Gusto, la tappa romana

Terra Madre Salone del Gusto, l’evento sul cibo targato Slow Food, tocca ogni angolo del pianeta con la sua edizione 2020, con centinaia di eventi in presenza e digitali.

Una festa che si inaugurerà l’8 ottobre e proseguirà per sei mesi. Per l’inaugurazione sono in programma, in collaborazione con Eataly Roma e Eataly Torino, due incontri dedicati ai formaggi e alla birra.

Ad accompagnare le degustazioni ci saranno i formatori Slow Food di Roma e del Lazio: un’esperienza amplificata dalla possibilità di dialogare con i produttori e gli altri docenti collegati in diretta da Torino, che risponderanno a tutte le curiosità e domande, trasformando il laboratorio in un’occasione di confronto senza confini! Un gemellaggio di gusto!

I due appuntamenti si svolgeranno nelle aule di Eataly Roma il 10 e l’11 ottobre secondo le seguenti modalità:

LA FERMENTAZIONE MISTA: VIAGGIO TRA LE BIRRE ACIDE DELLE FIANDRE
10 ottobre ore 16.00, 25 euro*
Le flamish red ales sono birre estremamente particolari, appartenenti alla storia e alla tradizione delle Fiandre occidentali, nel cuore del Belgio.
Le caratteristiche tecniche e il ricercato processo di maturazione in botti di rovere ne fanno – secondo molti – l’anello di congiunzione tra il vino e la birra. Insieme, scopriremo la storia e i segreti di Rodenbach, birrificio che da quasi 200 anni produce questa tipologia di birra. In collegamento dal birrificio di Roeselare, il suo storico mastro birraio, Rudi Ghequire.
In degustazione:
– Rodenbach Classic
– Rodenbach Gran Cru
– Rodenbach Alexander
– Rodenbach Vintage

ERBA, RAZZE E LATTE CRUDO SENZA FERMENTI: I FORMAGGI NATURALI
11 ottobre ore 13.00, 35 euro*
Il formaggio è l’erba del pascolo, sono le razze animali, è il latte crudo senza fermenti selezionati. I formaggi naturali sono possibili!
In questo laboratorio presentiamo:
▪️ Il bagòss di bagolino (Presidio Slow Food) dalla Lombardia. Pezzatura grande, zafferano aggiunto nella fase di rottura della cagliata, crosta unta con olio di lino crudo. Un formaggio meraviglioso.
▪️ Il monte veronese di malga (Presidio Slow Food) dal Veneto, ricavato dal latte di più mungiture e disponibile nella forma fresca o d’allevo Il(stagionata dai 90 giorni ai 6 mesi).
▪️ Il trentingrana di alpeggio (Presidio Slow Food) dal Trentino Alto Adige, che grazie alla lunga stagionatura regala sensazioni gusto-olfattive complesse in cui dominano le note erbacee, con sensazioni di caramello e una leggera astringenza.
▪️ Il ragusano (Arca del Gusto) di razza modicana (Presidio Slow Food) dalla Sicilia. Un formaggio noto come il “lingotto degli Iblei”, per la forma parallelepipeda e la crosta intensamente dorata a stagionatura avanzata.
▪️ Il caciocavallo podolico (Presidio Slow Food) dalla Basilicata, simbolo della tradizione casearia meridionale, nasce ia quella tecnica detta “a pasta filata” che il Sud Italia ha messo a punto nei secoli per garantire conservabilità e salubrità ai formaggi di latte vaccino.
In abbinamento il Barbera d’Asti Asinoi 2016 di Carussin di San Marzano Oliveto (AT) e il Sottoriva Col fondo di Malibran di Susegana (TV).
*Ai soci con tessera Slow Food in corso di validità sarà riservato uno sconto del 10%

A causa delle nuove disposizioni anti Covid-19, i posti dei laboratori sono limitati.
Per partecipare è obbligatoria la prenotazione che potrà essere effettuata scrivendo una email ENTRO il 3 OTTOBRE all’indirizzo info@slowfoodro

Fonte : Roma Today