PosteMobile down, problemi alla rete in tutta Italia e migliaia di segnalazioni

Gli utenti hanno iniziato a lamentare l’impossibilità di usufruire dei servizi della rete telefonica di Poste Italiane a partire dalle 10.40. Problemi anche per il sito internet

PosteMobile, l’operatore di rete mobile e fissa fornita da Postepay, sta accusando disservizi in tutta Italia. Il down della rete è confermato dalle numerose lamentele che giungono sui social e soprattutto dal portale Downdetector, dove alle 11.55 è stato raggiunto il picco massimo di segnalazioni: 3842. Tutto ciò in un tempo abbastanza limitato visto che la situazione era sotto controllo almeno fino alle 10.40 di questa mattina, lunedì 28 settembre, quando sono giunte le prime due segnalazioni. Il panorama è critico soprattutto nelle regioni del Nord, mentre nel centro e al sud il down della rete di PosteMobile si concentra nei grandi centri come Roma e Napoli. Problemi anche per il sito internet dell’azienda.

Il down di PosteMobile

In contemporanea diversi utenti hanno segnalato a Downdetector disservizi anche per quanto riguarda un altro operatore di rete telefonica, WindTre. In questo caso siamo però nell’ordine delle centinaia, mentre come detto per Poste Mobile le segnalazioni hanno sfiorato le 4 mila intorno a mezzogiorno. Per quanto riguarda la tipologia dei disservizi si parla di impossibilità di effetturare o di ricevere chiamate e anche di navigare su internet, dove per altro non è nemmeno raggiungibile il sito web di Poste Mobile. Parlando di singole città è da Napoli che è pervenuto il numero più alto di disagi dovuti al down di PosteMobile. Non è chiaro cosa possa aver provocato i guasti.

Pochi giorni fa disservizi per Unicredit

Unicredit, ancora problemi: app e sito in down anche il 15 settembre

Un caso analogo che ha tenuto in apprensione utenti in tutta Italia è stato il down di Unicredit, che è stato rilevato per due giorni consecutivi a metà settembre. Il principale disagio riscontrato dai cittadini riguardava l’impossibilità di effettuare dei pagamenti online o nei negozi. Sui social le persone danneggiate spiegavano che era bloccato l’accesso all’home banking da un non meglio precisato “errore tecnico” e in alcuni casi non era nemmeno possibile pagare con bancomat o carte di credito legate alla banca. 

Fonte : Sky Tg24