Coronavirus, a Roma città 79 nuovi casi. 181 in totale nel Lazio

Cinquanta casi in meno di Coronavirus a Roma città (79 di domenica a fronte dei 129 di sabato), quattro in più nei Comuni della provincia (50 rispetto ai 46 delle 24 ore precedenti) ed un aumento nei capoluoghi regionali (52 domenica e 46 sabato). Per un totale di 181 nuovi contagi da Covid19 nella regione Lazio. Sono i numeri diffusi dalle Asl alla giornata di domenica 27 settembre. 

Coronavirus a Roma città il 27 settembre 2020

Come informano da Salute Lazio, nella Asl Roma 1 sono 31 i casi nelle ultime 24h e di questi sono dodici i casi con link familiare o contatto di un caso già noto e isolato. Nella Asl Roma 2 sono 36 casi nelle ultime 24h e tra questi tre hanno link con la comunità del Perù. Sei sono i contatti di casi già noti e isolati e due individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Nella Asl Roma 3 sono 12 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un caso di rientro da UK e nove sono i contatti di casi già noti e isolati. 

Casi di Covid19 in provincia di Roma 

Nella Asl Roma 4 sono 7 i casi nelle ultime 24h e si tratta di sei contatti di casi già noti e isolati e un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl Roma 5 sono 30 i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi di rientro dall’Abruzzo e uno dalla Puglia. Quattordici sono i contatti di casi già noti e isolati e quattro i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl Roma 6 sono 13 i casi nelle ultime 24h e si tratta di dieci contatti di casi già noti e isolati. 

I dati nel resto del Lazio

Nelle province si registrano 52 casi e un decesso nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono ventitre i casi e si tratta di casi di rientro uno dalla Lombardia, uno dall’Emilia Romagna, uno dal Veneto e due hanno link alla comunità del Perù. Dieci sono i contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Frosinone si registrano sedici casi e si tratta di dodici contatti di casi già noti e isolati un caso individuato al test sierologico e tre casi su segnalazione del medico di medicina generale. Nella Asl di Rieti si registrano sette casi e si tratta di contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Viterbo si registrano sei casi e si tratta di tre contatti di casi già noti e isolati e un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Si registra un decesso di un uomo di 91 anni. 

Il commento dell’assessore D’Amato 

“Su quasi 9 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 181 casi di questi 79 sono a Roma e un decesso –  commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato -. I dati di questi giorni ci dicono che dobbiamo mantenere alta l’attenzione. I test rapidi antigenici sono utili come strumento diagnostico di primo livello da utilizzare massivamente. Prosegue l’attività di prevenzione nelle scuole domani test in un istituto di Cerveteri e presso il liceo ‘Manara’ a Roma. Pronta la circolare per l’evoluzione della rete ospedaliera regionale”. 

Il bollettino dello Spallanzani del 27 settembre 

All’Istituto Spallanzani di Roma sono ricoverati “131 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. 14 pazienti necessitano di terapia intensiva”. Lo comunica, nel bollettino medico diffuso in giornata l’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani aggiungendo che “i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 734”. 

Zingaretti non esclude nuovo lockdown

A non escludere un possibile nuovo lockdown è stato il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti  intervistato in videoconferenza a Riparte l’Italia: “Si sentirebbe di escludere un nuovo lockdown? “No, no, io non escludo nulla. Se non rispettiamo le regole andiamo a finire lì”.

Coronavirus nelle scuole 

A preoccupare i casi di Coronavirus registrati negli istituti scolastici del Lazio, due quelli di venerdì a Roma Nord e Guidonia Montecelio. Comune della Città dell’Aria che fa capo all’Asl Roma 5 che in una nota spiega: “Si stanno verificando casi di positività nelle scuole. Al fine di affrontare in modo coordinato ed efficace la situazione è stato realizzato un sistema di stretto collegamento tra le scuole e i servizi aziendali. Ai Dirigenti scolastici sono state illustrate e comunicate – anche in una recente riunione tra il Direttore Generale e tutti i Dirigenti Scolastici degli istituti che insistono sul territorio – le linee guida della ASL, in linea con le disposizioni regionali e nazionali. In particolare – commenta in una nota il Direttore Generale della ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito – dette linee guida prevedono la segnalazione tempestiva e il rapido intervento della ASL per procedere al contact tracing e all’isolamento della classe fino al termine delle procedure di tracciamento dei contatti e non la chiusura dei plessi. La ASL Roma 5 è già presente sul territorio con 2 Unità mobili in grado di effettuare tamponi rapidi dandone esito in pochi minuti. La prossima settimana le unità mobili saranno portate  a tre e ulteriormente incrementate nelle settimane successive”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Articolo aggiornato alle ore 16:19 del 27 settembre
 

Fonte : Roma Today