A Bracciano va in scena la solidarietà con “Una squadra per la ricerca”

“Una squadra per la ricerca”. È questo il titolo dell’evento promosso dall’Esercito Italiano a Bracciano che ha visto come grande protagonista la solidarietà. La staffetta nazionale per la ricerca a favore di bambini e ragazzi affetti da malattie oncoematologiche si è svolta in contemporanea in 17 città italiane: da Avellino, Bari, Bologna, Bracciano, Cagliari, Civitavecchia, Firenze, Mantova, Milano, Piacenza, Palermo, Sabaudia, Roma, Treviso, Torino, a Verona e Vicenza.

Organizzata dal Comando Forze Operative Terrestri di Supporto dell’Esercito Italiano, con sede a Verona, ha raccolto la partecipazione di trenta reggimenti da esso dipendenti in favore di Fondazione Città della Speranza Onlus nata nel 1994 in ricordo di Massimo, un bambino scomparso a causa della leucemia. La charity è impegnata a sostenere la ricerca pediatrica e la diagnostica avanzata delle malattie oncoematologiche, per tutti i bambini in Italia grazie al lavoro portato avanti dall’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, il più grande centro europeo che si occupa di malattie pediatriche con oltre 300 ricercatori.

A Bracciano, la corsa delle squadre dell’Esercito, iniziata alle ore 8 con partenza da Piazza IV Novembre è terminata in serata. La somma dei chilometri percorsi da tutti i partecipanti, certificati con apposito sistema di rilevazione da TDS Timing Data Service, sarà convertita in una donazione per Città della Speranza, grazie al contributo di alcuni sostenitori. Soddisfazione da parte del Generale di Brigata Fabio Giambartolomei, Comandante del Comando Artiglieria presente a Bracciano insieme al Sindaco Armando Tondinelli e al rappresentante della Fondazione Marco Sudiro: “Siamo lieti – ha detto Giambartolomei  – di aver potuto fare qualcosa di concreto per i bambini d’Italia che lottano contro gravi malattie. L’iniziativa benefico-sportiva promossa dall’Esercito Italiano vuole essere un segnale di vicinanza alle famiglie che vedono nella ricerca scientifica un’ancora di salvezza”.

Ad esprimere entusiasmo anche Marco Sudiro rappresentante della Fondazione Città della Speranza: “Ancora una volta – ha detto Sudiro – la solidarietà e la generosità sono stati alleati e protagonisti molto importanti per arrivare tutti uniti all’obbiettivo di assistere i malati oncologici”. Anche il sindaco di Bracciano Armando Tondinelli: “Ringrazio il Comando Artiglieria per aver organizzato questa importante iniziativa a Bracciano – ha detto – Sono scese in campo energie e cuore per fare del bene e promuovere la ricerca scientifica che aiuta i bambini che lottano contro le malattie oncoematologiche”.   
Hanno sposato l’iniziativa anche alcuni noti campioni dello sport e personaggi dello spettacolo: il nuotatore Massimiliano Rosolino, il maratoneta Gianni Poli, il primatista del mezzofondo Gennaro Di Napoli, la showgirl e presentatrice Marina Graziani, l’attore e conduttore televisivo Dino Lanaro, il cantante e musicista Red Canzian.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Fonte : Roma Today