Twilight, il produttore ammette: ‘Hunger Games è il mio più grande rimpianto’

Dalla vita non si può avere tutto: capita allora che per un grande progetto indovinato si debba fare i conti con l’occasione mancata destinata a tormentarci vita natural durante. Ne sa qualcosa Erik Feig, il produttore della Twilight Saga che ancora oggi non si dà pace per aver perso l’occasione di metter le mani su un altro enorme franchise.

Come presidente di Summit Entertainment, casa che si occupò appunto della produzione della celebre serie di film con Robert Pattinson e Kristen Stewart, Feig si lasciò infatti sfuggire l’opportunità di accaparrarsi anche la produzione della saga di Hunger Games.

Un’occasione mancata che ancora oggi sembra non dar pace al povero Feig: “Quanto lavoravo per Summit mi scontrai con Lionsgate per i diritti di Hunger Games, eravamo le ultime due produzioni in gara. Alla fine Suzanne Collins fece una controfferta ad entrambi, ma noi ci tirammo indietro e Lionsgate accettò. Ricordo che qualcuno mi disse: ‘Qualcuna la vinci, qualcuna la perdi’, ma io risposi: ‘No, questa era veramente grossa” ha raccontato il produttore.

Feig, comunque, non ne uscì a mani vuote: “Ho imparato che quando credi fortemente in qualcosa non devi ragionarci troppo su. Il progetto non fallirà per quel 5 o 10 percento in più. Ma il bello fu che quando Lionsgate acquisì Summit ebbi comunque la possibilità di lavorare, da La Ragazza di Fuoco in poi, su quella saga che adoravo“.

Un decennio dopo, comunque, la saga di Bella ed Edward continua a riscuotere successo: pare che Stephenie Mayer abbia in mente altri due libri di Twilight dopo Midnight Sun; l’autrice ha recentemente risposto alle critiche di chi indicava Bella come un cattivo modello per le lettrici.

Fonte : Everyeye