Si cosparge di benzina e si dà fuoco: 15enne lotta tra la vita e le morte

Lotta tra la vita e la morte con ustioni sul 90% del corpo un ragazzo di 15 anni che, nella mattinata di venerdì 25 settembre, con un estremo gesto, si è cosparso di benzina e ha deciso di darsi fuoco. E’ quanto accaduto a Velletri, comune dei Castelli Romani. 

A dare l’allarme sono stati i genitori del ragazzo che da anni vivono e lavoro nella cittadina alle porte di Roma. Il padre, operaio, mentre stava tornando a casa alle 8:30 del mattino per accompagnare il figlio a scuola ha notato del fumo provenire dal giardino di casa, quindi ha visto la macabra scena del suo ragazzo avvolto dalle fiamme. 

Il genitore non ha perso un attimo e con il proprio corpo ha tentato di spegnere le lingue di fuoco, ustionandosi mani e piedi. Nel frattempo la mamma del 15enne ha chiamato i soccorsi. Sul posto i vigili del fuoco e il 118 con un’ambulanza e un elisoccorso.

Il 15enne è stato trasportato al Gemelli di Roma in condizioni molto gravi. Ha riportato ustioni sul 90% del corpo e lotta tra la vita e la morte. Il padre, invece, è stato portato al Sant’Eugenio con ustioni agli arti inferiori e superiori. 

Sul luogo del drammatico gesto anche i carabinieri d Velletri che hanno iniziato le indagini per ricostruire i fatti. Il ragazzo, secondo quanto si è appreso, è uno studente da un buon rendimento scolastico. La famiglia, ben inserita nella comunità, lavora in zona e vive a Velletri.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Insomma, chi indaga al momento non esclude nessuna pista circa la motivazione che portato il 15enne a compiere la drammatica azione. I militari hanno sequestrato anche il cellulare del giovane. 

Fonte : Roma Today