Bimbo nero disegnato sul libro di lettura: “Io vuole imparare italiano bene”. È polemica

Ancora una polemica su un libro di letture. Nei disegni che illustrano il ritorno a scuola diversi bambini esprimono i loro desideri. Una di loro dice: “Quest’anno vorrei fare tanti disegni con i pennelli”, un altro: “Quest’anno io vorrei andare sempre in giardino a ricreazione”. E poi c’è un terzo, un bambino nero, che dice: “Quest’anno io vuole imparare italiano bene”.

L’immagine del libro – un manuale di lettura per la seconda elementare edito da Gruppo Editoriale Raffaello – è stata condivisa su Facebook dalla pagina Educare alle Differenze.

“Un libro che entra in classi interculturali in cui bambine e bambini nat* e cresciut* in Italia hanno colori diversi, famiglie miste, adottive, genitori che provengono da altri paesi ma vivono qui da anni o che sono a loro volta nati e cresciuti qui. Ma anche bambin* arrivat* da poco che portano con sé le loro culture d’origine e che costruiscono in quelle classi nuove identità meticce fatte di incontri e reciproche contaminazioni. Bambin* che continuiamo attraverso rappresentazioni come questa ad additare come stranier*, come altro rispetto a una presunta normalità italica e a scimmiottare con un linguaggio imbarazzante che sembra preso da un pessimo film degli anni Trenta”

Tra le decine di commenti al post ci sono anche quelli di molti che chiedono il ritiro del libro di testo per la raffigurazione stereotipata a razzista del bambino. 

La risposta della casa editrice

La casa editrice è intervenuta in mattinata con post per commentare la vicenda. “Ci scusiamo per l’illustrazione oggetto di molte critiche, che ha urtato la sensibilità e offeso, non era certamente nostra intenzione”, si legge in una nota condivisa su Facebook. “Ci teniamo a sottolineare che il libro in questione è un progetto di oltre seicento pagine e il messaggio veicolato è di totale inclusione. Abbiamo già provveduto a modificare la pagina, subito disponibile per chi utilizza il testo in questo anno scolastico. Ovviamente il libro, in fase di ristampa, sarà modificato”. Sotto al post sulla pagina del Gruppo Editoriale Raffaello è stata condivisa la nuova versione della pagina incriminata. Stavolta nel fumetto del bambino nero si legge: “Quest’anno vorrei aiutare di più i miei compagni”.

Nella nota il Gruppo Editoriale Raffaello, oltre ad aver espresso rammarico per quanto accaduto, ha ribadito di essere “dà sempre molto attento a tematiche quali l’inclusione, l’interculturalità e l’ascolto delle esigenze dei bambini e dei genitori” e di essere stato elogiato in passato “per aver promosso nei nostri libri di testo temi come la parità di genere l’integrazione multiculturale”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

[embedded content]

Fonte : Today