Tom Cruise, e se la storia di Top Gun 2 si concludesse come quella di Iron Man?

Top Gun: Maverick riporterà sul grande schermo un personaggio iconico del cinema come il pilota Pete Maverick, interpretato da Tom Cruise. Dal cult del 1986 di Tony Scott, Maverick passerà da giovane pilota a mentore per la nuova generazione di aviatori. Mentore come lo è Tony Stark nell’MCU? Un destino che potrebbe essere simile.

Tony Stark e Maverick operano in ambiti totalmente differenti; quest’ultimo si occupa di sicurezza sulla Terra mentre il secondo s’impegna a preservare la pace negli Stati Uniti. Detto questo, Stark e Maverick evidenziano una serie di somiglianze fra loro.

Entrambi sono noti per essere i migliori in quello che fanno e continuano a lottare per un mondo migliore, dettaglio che li pone in costante ascesa nei rispettivi campi.
Lo svantaggio che li accomuna è l’incapacità di fermarsi quando occorre. Hanno un bisogno compulsivo di lavorare di più, mettendo da parte altri aspetti della loro vita, come l’ambito privato.
Prima che Thanos decimasse metà della vita in Avengers: Infinity War, Tony era impegnato nel preservare la sicurezza del mondo da un’altra minaccia aliena in procinto di attaccare la Terra. La sua incapacità di separare lavoro e privato gli è costato la relazione con Pepper Potts (Gwyneth Paltrow) in Civil War e anche nei successivi capitoli il rapporto tra i due subisce dei bruschi scossoni.
Una testardaggine che contraddistingue anche Maverick, incapace di dire addio al volo e alla possibilità di pilotare un aereo, e anche il suo nuovo interesse amoroso, Penny Benjamin (Jennifer Connelly) potrebbe non concretizzarsi in un rapporto duraturo.
Tuttavia c’è chi pensa che il modo migliore per concludere l’arco narrativo di Maverick sia renderlo simile al destino di Tony Stark. Voi cosa ne pensate?

Su Everyeye trovate la recensione di Top Gun nell’edizione steelbook Blu-ray e la recensione di Avengers: Endgame.

Fonte : Everyeye