Gli ospedali che riaprono i reparti Covid chiusi da mesi

La situazione non è lontanamente paragonabile ai duri mesi della scorsa primavera. Ma gli ospedali Galliera e San Martino stanno riaprendo reparti Covid chiusi ormai da mesi. Siamo a Genova. In Liguria il tasso di ospedalizzazione è pari allo 10,6 ogni 100mila abitanti. La media nazionale è intorno al 4,7. Nessuna emergenza, perché in tutta la regione i ricoverati sono 171, di questi 18 in terapia intensiva, ma purtroppo crescendo a un ritmo costante.

A Genova riaprono i reparti Covid

Nel capoluogo – scrive Repubblica Genova – preoccupa il focolaio del centro storico, con 32 persone ricoverate e una in terapia intensiva. Al Galliera hanno quindi deciso di riallestire uno dei due reparti di Geriatria in un reparto “Geriatria Covid”. Al San Martino, invece, arrivano diversi ricoverati del focolaio spezzino.: i numeri dicono 25 ospedalizzati con 8 persone in terapia intensiva. Il Policlinico sta riaprendo il reparto Covid allestito in piena emergenza ad aprile.

A preoccupare quindi è il focolaio dei vicoli. Spiega Filippo Ansaldi, direttore della Prevenzione di Alisa, che la concentrazione di casi Covid nelle tre aree del centro storico genovese che ha fatto scattare l’ordinanza di obbligo di utilizzo della mascherina, 24 ore su 24, all’aperto, «è di oltre dieci volte superiore a quanto osservato normalmente in città durante l’estate. Si sono superati i tre casi ogni 10mila abitanti e questo, per noi, è un segnale di allarme».

La Asl è al lavoro per circoscrivere il focolaio del centro storico ormai da una decina di giorni, nello specifico all’interno della comunità bengalese.

Molte di queste persone lavorano all’interno dei cantieri navali, principalmente in società in servizio per Fincantieri.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Il giovane positivo al coronavirus che va a bere al bar con gli amici (senza mascherina)

Fonte: Repubblica Genova →
Fonte : Today