Nuovo supermercato a Villa De Sanctis, una mozione chiede la sospensione dei lavori

“Interrompere il provvedimento di demolizione e ricostruzione e verificare il rispetto di tutti i presupposti di tutela archeologica nonché l’impatto sulla vivibilità e sulla viabilità del territorio circostante”. E’ quanto viene richiesto all’amministrazione capitolina e al V municipio da una mozione urgente avanzata il 16 settembre scorso dal consigliere municipale di Sinistra per Roma, Stefano Veglianti, e appoggiata con una nota dalla consigliera regionale Marta Bonafoni.

Nella mozione, oltre alla sospensione del procedimento viene chiesto di legare l’intervento a un “miglioramento della viabilità e accessibilità sia veicolare che pedonale al futuro edificio commerciale”, garantire la compatibilità estetica; aumentare il numero delle essenze arboree.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

“Va tenuto conto che l’area rientra nell’ambito dell’Ecomuseo Casilino, riconosciuto di interesse regionale, delle criticità negli anni riscontrate a seguito di cedimenti nelle cavità sottostanti e della prossimità con il Parco di Villa De Sanctis, l’area archeologica di Centocelle e le Catacombe di San Marcellino”, continua la nota. “I nostri quartieri stanno vivendo grandi trasformazioni a danno della qualità della vita e dell’ambiente; è assurdo che provvedimenti così importanti non trovino, nell’ambito degli organi di Roma Capitale, lo spazio adeguato per un confronto pubblico e trasparente con i romani e le romane che rivendicano, giustamente, delucidazioni”, concludono Veglianti e Bonafoni. 

Fonte : Roma Today