Tg Roma e Lazio, le notizie del 23 settembre 2020

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Ecco i titoli del Tg Lazio dell’edizione di oggi: www.dire.it

CORRUZIONE ED ESTORSIONE NEL COMMERCIO AMBULANTE: 18 ARRESTI

Diciotto misure cautelari – otto in carcere e dieci ai domiciliari – sono state eseguite questa mattina dai militari del Nucleo Speciale Polizia Valutaria della Guardia di Finanza e dal personale della Polizia Locale di Roma Capitale nell’ambito dell’indagine sul cosiddetto racket delle autorizzazioni per il commercio su strada con il coinvolgimento di pubblici ufficiali, imprenditori e sindacalisti. Tra gli arrestati anche due fratelli Tredicine, Dino e Mario, membri della famiglia nota per la sua attivita’ nel settore del commercio ambulante. Tra i reati contestati quelli di associazione per delinquere, corruzione ed estorsione. Contestualmente e’ stato eseguito un sequestro preventivo di 1 milione di euro, pari ai profitti illeciti conseguiti da alcuni indagati.

CORONAVIRUS, D’AMATO: MASCHERINE ALL’APERTO SE AUMENTANO CASI

Mascherine obbligatorie all’aperto se la curva dei casi continuera’ a salire. E’ l’ipotesi a cui sta lavorando la Regione Lazio dopo i numeri record di positivi, in particolare ansintomatici. “Se la curva dei casi salira’ ancora- ha detto l’assessore, Alessio D’Amato- c’e’ l’ipotesi di mascherine obbligatorie all’aperto. E’ una misura gia’ in atto in altre capitali europee, penso per esempio a Parigi”. Il presidente dell’Ordine dei medici di Roma e provincia, Antonio Magi, si e’ pero’ detto contrario: “Se il distanziamento e’ sufficiente- ha sottolineato- stare tutti con le mascherine non e’ necessario”.

ROMA, RAGGI PRESENTA PIANO TRIENNALE VERDE DA 48 MLN

Un piano triennale di interventi da 48 milioni di euro per i Municipi di Roma, per sfalcio dell’erba, bonifica vegetazionale e potatura dei cespugli. Lo ha presentato oggi la sindaca di Roma, Virginia Raggi, in una conferenza stampa organizzata alla Casa del Giardinaggio insieme all’assessore alle Politiche del verde, Laura Fiorini. I lavori partitanno la prossima settimana con interventi che andranno dal parco di Monte Ciocci a via degli Alberini, dal parco Olevano Romano al parco Sinisgalli, fino all’area verde di via Saffi e al parco Melvin Jones. “Questo accordo quadro per il verde orizzontale della Capitale per noi e’ la risposta vera a Mafia Capitale” ha sottolineato Raggi.

DA CICERONE A MORRICONE, ARPINO SI CANDIDA A CAPITALE CULTURA

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Cicerone e Morricone sono nativi di Arpino. Il piccolo comune della Ciociaria si candida a capitale italiana della cultura 2022. A sostenere la proposta, presentata oggi alla Camera, un fronte bipartisan che vede in prima linea Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia e Stefano Fassina di Leu. Rampelli ha sottolineato come la proposta del comune laziale nasce “dalle bellezze architettoniche racchiuse in un centro storico davvero suggestivo e dal patrimonio che si e’ tramandato di generazione in generazione, a partire dall’antica Roma”.

Fonte : Roma Today