Suarez, l’avvocato Briamonte: “Indagine all’inizio. A qualcuno conveniva tesserarlo da comunitario”

Non è possibile stabilire chi è estraneo e chi no in un’indagine in pieno corso. Qualcuno probabilmente aveva interesse a tesserare Suarez come comunitario“. A parlare è l’avvocato esperto di diritto sportivo Michele Briamonte in riferimento all’indagine di Perugia sull’esame di italiano sostenuto dall’attaccante uruguaiano Luis Suarez. Secondo il legale erede dello studio di Franzo Grande Stevens dunque sarebbe ancora troppo presto per escludere definitivamente il coinvolgimento di terze parti nell’inchiesta. Al momento né il calciatore classe ’87, né il suo entourage, né tanto meno società calcistiche sono tra gli indagati, ma secondo Briamonte, non è detto che ciò non avvenga quando si avranno gli esiti della perquisizione fatta dalla Guardia di Finanza all’Università per Stranieri di Perugia.

Da quello che dice il colonnello della Guardia di Finanza che ha condotto le indagini – ha dichiarato infatti l’avvocato Michele Briamonte all’Ansa –, si capisce che ci sono riscontri indiziari sulla non genuinità dell’esame. Dagli esiti della perquisizione di oggi si vedrà se ci sono altri soggetti coinvolti e in che funzione o posizione giuridica, nelle violazioni contestate. Mi sembra presto – ha aggiunto il legale 42enne esperto in diritto dello sport-  per stabilire fin da ora le estraneità di tutti i soggetti, vedi anche il giocatore o il suo entourage, occorrerà attendere le risultanze delle indagini. Sarei molto prudente prima di stabilire chi è estraneo e chi no in un indagine in pieno corso. Nessuno ha la palla di cristallo per stabilire – ha poi proseguito – se le responsabilità si fermino ai primi riscontri o se altri hanno concorso negli illeciti, che possono essere civili, penali, amministrativi o di diritto sportivo“.

E dalle parole dell’avvocato piemontese non è escluso che anche la Juventus, la squadra che al momento dell’organizzazione per l’esame aveva interesse affinché Luis Suarez divenisse un calciatore comunitario, possa avere delle ripercussioni da questa vicenda: “Bisogna infatti farsi delle domande, del tipo: perché tu vuoi fare l’esame di italiano? Da lì si inizia – ha spiegato difatti Briamonte – a vedere una utilità concorrente di un eventuale terzo soggetto, che poi possa essere la Juve, l’Inter o il Milan. Qualcuno probabilmente aveva interesse a tesserare Suarez come comunitario. Certo bisogna procedere con delicatezza e prudenza. In questo tipo di indagini – ha chiarito – dalle intercettazioni si vanno poi cercando riscontri per comprendere il coinvolgimento di altri soggetti che potrebbero essere molti. Solo quei riscontri – ha concluso – potranno dare le risposte che al momento mancano“.

Fonte : Fanpage