Francesco Vassallo vince le elezioni amministrative a Bollate: i risultati definitivi

Bollate riconferma il suo sindaco Francesco Vassallo. Al termine dello scrutinio, il Pd, insieme a Bollate Viva, Sinistra nuova per Bollate, Psi, Uniti per Bollate, Piano B, ha dato il via ufficiale ai festeggiamenti. Nessun doppio turno e ballottaggio dunque per la città dell’hinterland milanese. Qui non c’è stata battaglia tra gli sfidanti: il sindaco uscente ha raggiunto il 56,03 per cento con un totale di 9.603 voti. Più distaccate le coalizioni avversarie: il centrodestra guidato dal leghista Peter Guidi, 26 anni, si è fermato al 33,07 per cento con un totale di 5.667 voti, mentre la coalizione di lista civiche, formata da Civica ambientalista, Rifondazione comunista, Bollatesi in movimento, di Pierluigi Catenacci, 66 anni, ha superato di poco il 10 per cento con 1.868 voti. Ma a Bollate a fare il pieno di preferenze è stato il vicesindaco uscente Alberto Grassi che ha ottenuto oltre 300 preferenze.

Affluenza al 60,39 per cento: nel 2015 era stata del 49,57 per cento

Continua, dunque, il suo lavoro in municipio Franco Vassallo, 50 anni, già dipendente del Comune di Cornaredo e consigliere comunale a Bollate dal 1995. Qui ha ricoperto anche la carica di assessore, prima di essere eletto sindaco nel 2015 e adesso riconfermato. A votarlo sono stati in molti. Rispetto alle precedenti elezioni, infatti, è cresciuta l’affluenza alle urne domenica e lunedì. Secondo i dati del Viminale, alle 15 di ieri avevano votato il 60,39 per cento dei cittadini: circa il 10 per cento in più rispetto al 2015 quando il numero dei votanti si era fermato al 49,57 per cento. L’appuntamento alle urne per le prossime Comunali è tra cinque anni.

Fonte : Fanpage