Silvio Berlusconi è “ancora spossato”: voto a domicilio

L’ex premier Silvio Berlusconi ha fatto richiesta per votare da casa secondo la procedura per i pazienti Covid. La richiesta – viene fatto sapere – è stata accolta e domani gli operatori raccoglieranno il voto a domicilio. Ad ogni modo Berlusconi non sarebbe comunque potuto uscire di casa, essendo in isolamento in attesa di un doppio tampone negativo, come tutti i malati Covid.

Silvio Berlusconi: “Sono ancora spossato”

“Ho sofferto molto e soffro ancora, per gli effetti di questa terribile e insidiosa malattia. Il peggio è passato ma sono ancora stanco, spossato” ha raccontato al Giornale.

“Ho sofferto all’idea che i miei cari fossero malati, la cosa peggiore è sapere che persino dei bambini, i miei nipoti, fossero positivi al virus. Ho sofferto all`idea che tanti italiani, tante persone fragili, abbiano patito quello che ho patito io – prosegue – all`idea che tante famiglie siano vissute nell`angoscia o addirittura abbiano perso i loro cari. Ed ho sofferto anche, naturalmente, di essere bloccato, di non aver potuto partecipare ad una campagna elettorale così importante. Ho fatto tutto quello che potevo, ho fatto interviste e collegamenti telefonici, ma il contatto diretto con gli italiani mi è mancato”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Sulla situazione politica attuale, “so che molti sono disincantati o delusi – dice sempre al quotidiano “di famiglia” – , ma è proprio a loro che mi rivolgo, ai milioni di elettori seri, perbene, concreti, onesti, che chiedono solo di essere messi nella condizione di lavorare serenamente, di non essere tormentati dall’oppressione fiscale, dall’oppressione burocratica, dall’oppressione giudiziaria. L’unico strumento per cambiare queste cose è il voto. Non sprecatelo. Oggi è la vigilia del voto, non voglio fare propaganda elettorale. Dico solo questo: guardate i programmi, ma anche la qualità delle persone. Guardate quali partiti sono fatti da donne e uomini che non in politica ma nella vita, nel lavoro, nell’impresa, nella cultura, nelle professioni, nel sociale hanno dimostrato di saper ottenere risultati concreti”

Berlusconi: “Ho avuto paura di morire”

Fonte : Today