Scuole: dalla Regione nuovi fondi e procedure semplificate per la tutela degli studenti con disabilità

Gli studenti con disabilità o con particolari difficoltà, per la ripresa della didattica in aula, quest’anno possono contare su un nuovo pacchetto di bandi e misure.

La Regione Lazio ha infatti predisposto fondi ed avvisi pubblici per venire incontro alle esigenze legate alla salute, al trasporto scolastico, all’assistenza specialistica ed a quella sensoriale. Ed anche per implementare la comunicazione aumentativa alternativa.

Fondi per la comunicazione aumentativa alternativa

Sono infatti 151 le istituzioni scolastiche formative che ne hanno presentato la richiesta, per venire incontro alle esigenze, necessariamente flessibili, dei 280 alunni che necessitano di strategie di coinvolgimento diverse dal linguaggio parlato.

L’assistenza sensoriale

Sono invece stata 484 le istituzioni scolastiche che hanno fatto richiesta di assistenza sensoriale. La maggior parte per venire incontro alle esigenze di alunni non udenti o ipoacustici (sommati nel Lazio sono 705) ma anche per i 473 alunni non vedenti o ipovedenti che sono stati segnalati.

Assistenza specialistica

Una buona fetta dei finanziamenti regionali va per l’assistenza specialistica. Inizialmente sono state 154 le scuole che ne hanno fatto richiesta, ma se ne sono aggiunte altre 36. A loro vanno 24,5 milioni di euro. Negli ultimi giorni inoltre è stato pubblicato un nuovo avviso per dare la possibilità a ulteriori istituti di richiedere l’assistenza specialistica e dare risposta a tutti i bisogni.

Il trasporto scolastico

In rilazione al trasporto scolastico,  dopo la definizione delle linee guida specifiche, la Regione ha stanziato 1,33 milioni di euro che devono essere utilizzati dai Comuni per garantire il servizio rivolto agli alunni disabili che frequentano le scuole secondarie di II grado statali o paritarie o i Percorsi triennali di IeFP.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Test sierologici

C’è voce che in passato non era certamente contemplata, tra le risorse messe a disposizione della Regione. E riguarda le misure per contenere il nuovo Coronvavirus. Nell’ambito dei 130mila test sierologici dedicati al personale scolastico per il contenimento della diffusione del Covid, è stato previsto il controllo – sempre su base volontaria – agli alunni con disabilità. Si tratta di un servizio, avviato in collaborazione con l’Assessorato alla Sanità della Regione, che mira a proteggere e tutelare la salute di questi studenti e permettere loro una maggiore sicurezza nella frequentazione delle lezioni e delle varie attività.
 

Fonte : Roma Today