Il Cavaliere Oscuro Il Ritorno, Nolan tagliò una morte “rivoltante” per evitare il rating

L’obiettivo di Christopher Nolan, lo sappiamo, è quello di rendere i suoi film fruibili ad un pubblico più ampio possibile (almeno sulla carta), e per questo sono anni che non si spinge oltre il PG-13. Tuttavia per mantenere questo rating bisogna incontrare dei compromessi, ed è il caso anche de Il cavaliere oscuro – Il ritorno.

Intervistato da CinemaBlend in occasione dell’uscita di Full Metal Jacket in 4K, infatti, l’interprete del vicecommissario Peter Foley Matthew Modine ha svelato una scena cruenta eliminata dal film: “Nolan ha tagliato la scena della mia morte ne Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno, perché ha detto che era talmente violenta che avrebbe ottenuto un rating NC-17. Dopo che Bane muore e Batman viene accoltellato, Marion Cotillard sale a bordo di un veicolo. Inizia a scappare e io le sparo. E vengo investito. Un taglio e sono per terra, morto. Ma era una scena davvero violenta.”

L’attore ha poi descritto la reazione di Nolan alle riprese della sequenza in questione: “Il mio stuntman veniva colpito dalla macchina. Hanno messo un oggetto in plexiglass davanti alla macchina e lo hanno fatto colpire. Avevano delle corde per tirarlo in aria, ma è salito e l’hanno lasciato cadere da circa 15 piedi, e il rumor del suo corpo che colpisce la strada davanti alla Borsa di New York è stato rivoltante. Ricordo di avere guardato Christopher Nolan quando l’abbiamo girato, e la sua faccia era bianca. Si comportava normalmente, ma sembrava che pensasse: ‘Oh mio dio, quel ragazzo si alzerà? Sta bene?'”

Per altre notizie, vi rimandiamo agli aggiornamenti sugli incassi di Tenet, che nel frattempo sta guidando la (lenta) ripartenza delle sale cinematografiche.

Fonte : Everyeye