Bloodshot, l’universo condiviso di Valiant al cinema seguirà lo stile Marvel

Il successo senza precedenti del Marvel Cinematic Universe, coronato l’anno scorso dal .record di incassi di Avengers: Endgame, ha aperto le porte ad altri universi condivisi legati al mondo dei fumetti che vogliono recuperarne la struttura, e uno di questi è il Valiant Cinematic Universe inaugurato con Bloodshot.

“Ovviamente ci vuole molto tempo. Si tratta di un processo di sviluppo che richiede tanti, tanti anni” ha spiegato Dan Mintz, produttore del film con Vin Diesel e presidente di DMG Entertainment, in un’intervista con CinemaBlend. “Stiamo cercando di entrare un po’ di più nel ritmo di Marvel, che pubblica un film dopo l’altro, così per dire. E credo che in questo periodo sia molto importante andare un po’ più velocemente. Inoltre serve un’unica direzione, che non significa limitare la creatività. Ma vuol dire che devi scegliere la tuta tela da dipingere. Con ciò intendo dire che molte persone non tracciano la loro strada prima di iniziare.”

Mintz ha poi aperto all’arrivo di film Valiant vietati ai minori: “Se è importante ed è una componente chiave per la storia, non penso che ci fermerà. Noi siamo un po’ più grigi, un po’ più estremi, e un po’ più moderni nei problemi e nelle soluzioni, e a volte mancano le soluzioni. Perciò questo naturalmente ci avvicina a quell’area.”

Sul possibile approdo dell’universo fumettistico in TV, Mintz ha parlato di un approccio simile a quello dei Marvel Studios con le serie Disney+: “Credo che questa sia una delle premesse. I titoli sono tutti connessi. Non costruiremo un interno modo per poi lasciare i personaggi dove sono. Credo che nessuno lo farebbe. È una perfetta opportunità per costruire una consapevolezza e una comfort zone.”

Voi cosa ne pensate? Siete curiosi di vedere altri film targati Valiant? Fatecelo sapere nei commenti. Intanto, vi lasciamo alla nostra recensione di Bloodshot.

Fonte : Everyeye