Il significato di L’angelo ferito, in cui Renato Zero canta di chi gli vuole tarpare le ali

I 70 anni di Renato Zero si avvicinano, e l’artista romano ha voluto regalare ai suoi fan un nuovo progetto: tre album inediti racchiusi in “ZeroSettanta”, anticipati dal singolo “L’angelo ferito”. Il brano pubblicato oggi 18 dicembre anticipa l’uscita del primo album che sarà disponibile il giorno del suo 70° compleanno, il prossimo 30 settembre. “ZeroSettanta” conterrà ben 40 inediti, un’incredibile prova di produttività per Renato Zero, che solo 12 mesi fa pubblicava l’ultimo album “Zero il folle”.

Il significato di L’angelo Ferito

[embedded content]

Il cantante romano ha presentato attraverso il proprio profilo Instagram le sue emozioni attorno alla figura dell’angelo, una figura incompresa dalla gente: “L’Angelo di per sé fatica a raccogliere consensi. Già il possesso delle ali basta a mandare in crisi quelli perennemente incollati all’asfalto. Io sono tra quelli che, insieme a Icaro e altri ardimentosi, ci siamo procurati ‘il mezzo’ a nostra cura e spese. Quindi abbiamo sfidato la gravità e le convenzioni”. Una sfida che per Renato Zero non è stata sicuramente facile, basti ricordare gli anni difficili della sua carriera, alla fine degli anni ’80, quando in molti non credevano più nella sua musica e nel suo estro. Un passaggio che lo ha portato poi al successo della prima apparizione a Sanremo del 1991 con il brano “Spalle al muro”, senza però essere abbandonato dalle critiche, di pochi: “Ciò detto, siamo costantemente soggetti a rappresaglie e boicottaggi. Anche se oggi il black-out è pressoché totale. Ognuno quindi deve difendere il proprio spazio aereo. In quanto a me, prometto che eviterò, tassativamente, di sentirmi ancora l’angelo ferito”.

Zero il folle

Ad accompagnarlo in questo viaggio nella produzione dei tre volumi inediti, il suo storico collaboratore Vincenzo Incenzo. Il cantautore, dopo la promozione del suo album solista “Ego”, ha firmato anche uno dei brani che ritroveremo nell’album pubblicato il prossimo 30 settembre: il singolo si chiama “Stai Giù”. Renato Zero ha voluto commentare la pubblicazione di questi tre nuovi album di inediti, raccontando di non aver perso quella produttività e quell’estro creativo che lo hanno accompagnato durante tutta la carriera: “Questa volta mi sono fatto in tre, pur di non lasciare pause inutili alla mia fervida immaginazione. E il vostro cuore non ha mai smesso di pulsarmi accanto”. Sono passati 12 mesi da “Zero il Folle”, l’ultimo album in studio che aveva un grande successo sia nelle vendite che nei tour live. Dopo aver esordito al primo posto nella classifica degli album più venduti, Renato Zero lo scorso autunno poteva vantare già 13 date sold-out nelle principali città italiane prima dell’uscito del disco. Un successo che viene certificato disco d’oro, con l’uscita anticipata dei due singoli “Mai più da soli” e “La vetrina”.

Fonte : Fanpage