Marvel, e se Kang fosse legato a Tony Stark e ai viaggi nel tempo di Avengers: Endgame?

Nei giorni scorsi è stato annunciato ufficialmente che Ant-Man 3 vedrà l’esordio di Kang il Conquistatore, probabile nuovo villain del Marvel Cinematic Universe nonché ipotetico primo tassello per l’introduzione dei Fantastici Quattro nel canone del franchise.

Ovviamente la reazione entusiastica dei fan è stata immediata, e su internet già si susseguono diverse teorie sul come e sul perché Kang il Conquistatore entrerà in gioco: una delle più affascinanti è sicuramente quella che lo vede legato ai viaggi nel tempo visti in Avengers: Endgame.

Il film dei fratelli Russo avrebbe infatti introdotto alcuni degli elementi più importanti e caratteristici del villain. Innanzitutto il viaggio del tempo: Kang il Conquistatore, nei fumetti Marvell, è infatti un personaggio nato nel 30esimo secolo, discendente di Reed Richards (leader dei Fantastici Quattro) nonché genio malvagio in grado di conquistare non solo il suo mondo ma anche quelli passati, muovendosi a piacimento attraverso la linea temporale.

Inoltre, proprio come il viaggio nel tempo degli Avengers ha creato una realtà ramificata ad ogni interferenza col passato, così anche il viaggio nel tempo di Kang finisce per creare ogni volta una nuova versione di se stesso, e ognuna di queste versioni ha delle personalità ben distinte.

Sappiamo di certo che le azioni degli Avengers avranno delle conseguenze sul presente nel corso della Fase 4, non solo perché nelle storie di viaggi nel tempo ci sono sempre delle conseguenze per i protagonisti ma soprattutto perché Endgame contiene diversi indizi in questo senso (pensate agli avvertimenti dell’Antico): soprattutto, opere in sviluppo come Loki e Doctor Strange in the Multiverse of Madness saranno basate proprio sulle premesse del film dei Russo, senza pensare che la tecnologie Stark finora hanno sempre avuto conseguenze sul futuro (Whiplash, Killian, Ultron, Avvoltoio, Mysterio).

Secondo la teoria, Kang scoprirà la tecnologia Stark per il viaggio nel tempo e userà il suo genio per perfezionarla: il ruolo di Ant-Man e Hank Pym potrebbe essere legato al Regno Quantico e alle particelle Pym (necessarie per il viaggio nel tempo, del resto) e a quel punto un conquistatore come Kang, sempre desideroso di affrontare le più grandi sfide possibili, deciderà di tornare indietro al presente del MCU appositamente per fronteggiare gli Eroi più potenti della Terra. La cosa ha più che molto senso soprattutto se, come teorizzato, Kang sarà il villain di Avengers 5.

Insomma, anche nella morte la tecnologia di Tony Stark causerà qualche problema alla Terra: voi che ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonte : Everyeye