Vetralla: nel Lazio è già Natale

Nel borgo viterbese gli appassionati delle atmosfere della Natività trovano il villaggio di Santa Klaus, decori e dolci atmosfere

Il “Regno di Babbo Natale” è un luogo magico, situato sulle colline di Vetralla: propone un percorso emozionale che occupa oltre 4 mila mq, in cui il vecchio signore vestito di rosso e con la barba bianca  è già al lavoro con i suoi amici elfi, gli schiaccianoci, le renne e a tutti i protagonisti della Festa più dolce dell’anno.  Il Borgo è aperto sette giorni su sette, pronto ad accogliere i visitatori (lo scorso anno sono stati 550 mila) con le magiche atmosfere del Bosco Incantato, oppure nella Casa di Babbo Natale, nella Fabbrica dei Giocattoli degli Elfi, o semplicemente per passeggiare nel Victorian Village, per una sosta alla tavola calda, uno spuntino a base di prodotti tipici, per una cioccolata calda o un rifornimento di caramelle, frutta secca o per personalizzare le decorazioni di Natale. Percorrendo il Tunnel Glaciale possono verificarsi incontri speciali, ad esempio con pinguini, orsi polari, renne, tantissima neve e una cascata di gelida acqua che scorre nel ghiaccio. L’unico freddo che riscalda il cuore.

In questo anno così particolare, in cui le difficoltà legate alla pandemia hanno acceso ancora più del solito il desiderio di tornare un po’ bambini e rifugiarsi nella magia, il Regno di Babbo Natale ha deciso di aprire le porte tutti i giorni: per permettere a chiunque di intervenire nel rispetto delle normative anti-Covid19 e del distanziamento sociale. Tutto è stato pensato per un’esperienza sicura e piacevole perché, si sa, non ci può essere magia senza sicurezza. 

Si comincia dunque venerdì 18 settembre alle ore 15.30. Dal giorno successivo, sabato 19 e fino a domenica 17 gennaio, il Regno segue l’orario continuato, dalle 9.30 alle 19.30, 7 giorni su 7, sempre con ingresso gratuito.. 

Il Regno di Babbo Natale si trova sulla S.S. Cassia km 62,200 – 01019 Vetralla (VT).
Per tutte le informazioni si può consultare il sito: www.ilregnodibabbonatale.it.

Fonte : TgCom