Tlc, Nokia Italia e Miur: al via protocollo d’intesa per soluzioni innovative

Giuseppina Di Foggia

Nokia Italia ha annunciato di aver firmato un protocollo d’intesa con il Ministero dell’Università e della Ricerca con l’obiettivo comune di favorire lo studio e la ricerca di soluzioni innovative e rafforzare ulteriormente la competitività dell’Italia in settori tecnologici strategici.

Il colosso del tech intende infatti potenziare le proprie attività di Ricerca e Sviluppo in Italia nel campo delle reti ottiche e radio, tra cui il 5G, ed investire nell’innovazione assieme alle Università, gli Enti e gli Istituti di ricerca. L’azienda espanderà  le  nuove aree di ricerca come Cognitive & Big Data Analytics, Intelligenza Artificiale, Machine Learning, Realtà Virtuale, Realtà Aumentata e Realtà Mista. Un ulteriore centro di incubazione, che sarà inaugurato nella nuova sede Nokia Italia a Roma entro la fine dell’anno, sosterrà queste attività e rafforzerà l’ecosistema locale.

Nokia è anche fornitore leader globale di soluzioni complete per le reti di Accesso Fisso, in continua evoluzione tecnologica grazie alla ineguagliabile Ricerca e Sviluppo supportata dai Nokia Bell Labs, noti in tutto il mondo. Basandosi sulla storica presenza nel mercato italiano, Nokia incrementerà  le capacità del Centro di Competenza Fixed Access in Italia.

Gaetano Manfredi, Ministro delle Università e della Ricerca, ha dichiarato: “Questo accordo nasce nell’ambito di una strategia più ampia che vede il Ministero impegnato in una costante sinergia con il mondo delle aziende, in questo caso del settore hi-tech, volta ad individuare e promuovere la sperimentazione di soluzioni tecnologiche che possano rendere il nostro Paese sempre più competitivo”. 

“Con questo Memorandum d’Intesa – ha commentato Giuseppina Di Foggia, Amministratore Delegato e VP Nokia Italia – confermiamo l’impegno a potenziare le nostre attività di Ricerca e Sviluppo in Italia con l’obiettivo di promuovere l’eccellenza nell’innovazione per le reti di telecomunicazioni italiane e favorire l’espansione delle competenze digitali nel Paese attraverso una maggiore sinergia tra Nokia Italia, università, istituzioni ed istituti di ricerca”.

Fonte : Affari Italiani