Mondiali di Budapest, Luca Curatoli bronzo nella sciabola

Luca Curatoli esulta BUDAPEST2019Arriva la prima medaglia azzurra ai Mondiali di scherma in corso a Budapest. Luca Curatoli ha vinto il bronzo nella sciabola: è stato sconfitto in semifinale dal sudcoreano Sanguk Oh con il punteggio di 15-11. Nei quarti aveva avuto la meglio per 15-12 contro il sorprendente canadese Shaul Gordon e prima aveva esordito vincendo per 15-7 il match contro il britannico Curtis Miller, proseguendo poi con il 15-8 con il quale ha sconfitto l’iraniano Mohammad Rahbari. Nel turno dei 16 aveva poi avuto ragione del georgiano Sandro Bazadze col punteggio di 15-10.

Stop agli ottavi di finale per Gigi Samele. Il foggiano, dopo aver avuto prima ragione per 15-13 del vietnamita Xuan Loi Nguyen e poi, sempre per 15-13, del russo Dmitriy Danilenko, è stato fermato dal sudcoreano Oh Sanguk col punteggio di 15-8. Si sono fermati invece nel turno dei 32 sia Aldo Montano che Enrico Berrè.L’olimpionico di Atene2004, dopo aver sconfitto il canadese Joseph Polossifakis col punteggio di 15-13, ha subìto una assai contestata stoccata del 15-14 contro l’ungherese Csanad Gemesi:Enrico Berrè, invece, ha esordito vincendo il match contro il tedesco Bjoern Huebner-Fehrer per 15-10, prima di essere fermato sul 15-13 dal romeno Tiberiu Dolniceanu. 

Alberta Santuccio è stata la migliore delle azzurre nella gara di spada femminile. La spadista siciliana si è fermata solo alla stoccata del 15-14 messa a segno dall’italo-brasiliana Nathalie Moellhausen nell’assalto valido per approdare ai quarti di finale.
Era giunta agli ottavi dopo aver avuto ragione col punteggio di 13-9 della polacca Ewa Trzebinska ed aver sconfitto anche la testa di serie numero 7, la statunitense Courtney Hurley per 15-12. Si era fermata nel turno dei 32 invece Mara Navarria. L’iridata 2018, dopo la vittoria per 15-3 contro la thailandese Kayapat Meechai, è stata fermata dalla stoccata del 15-14 messa a segno dalla tedesca Alexandra Ndolo. Era stato “fatale” il primo assalto di giornata per Rossella Fiamingo. L’argento di Rio2016 è stata sconfitta al minuto supplementare per 12-11 dalla cubana Yamika Rodriguez Quesada, al termine di un match che aveva visto l’azzurra costretta a rincorrere nel punteggio l’atleta centroamericana, sino al 11-11 giunto allo scadere del tempo regolamentare.

(Foto Bizzi Federscherma)

Fonte : Coni