Aumentano i casi, calano i tamponi: “Con questo trend si rischia un nuovo lockdown”

Aumentano i casi di positività al Covid, diminuiscono i tamponi analizzati (e non se ne conosce il motivo). Non è un trend rassicurante quello che emerge dall’ultimo rapporto della Fondazione Gimbe sulla situazione epidemiologica in Italia. Di seguito i dati: nella settimana che va dal 4 all’11 agosto i nuovi casi sono stati 2818, contro i 1.931 della settimana precedente e i 1736 del 22-28 luglio. Nelle prime tre settimane del mese scorso i contagi erano stati ancora più bassi (inferiori alle 1.500 unità).

casi covid 19 luglio agosto-2

Insomma, è evidente che anche da noi (sebbene in misura minore rispetto ad altri Stati europei) l’epidemia abbia ripreso vigore. A preoccupare non è solo il numero dei nuovi casi, ma anche la situazione negli ospedali. Intendiamoci: siamo lontanissimi da poterla definire un’emergenza, però i primi segnali di una recrudescenza della malattia ci sono già: i pazienti ricoverati in terapia intensiva aumentano infatti per la prima volta da aprile (+8 unità). Ed aumenta anche il numero degli ospedalizzati: +40.

Non solo. La fondazione Gimbe evidenzia anche come il numero dei tamponi analizzati sia sceso rispetto alle scorse settimane. Tra il 4 e l’11 agosto sono stati effettuati test, ovvero il 6,8% in meno rispetto alla settimana precedente (187.316). Un dato abbastanza inspiegabile, se pensiamo a quanto il governo e le Regioni insistano sull’importanza dei test diagnostici per la prevenzione.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Per il presisdente della Fondazione, Nino Cartabellotta, “è evidente il trend in progressivo aumento dei nuovi casi, siano essi autoctoni, di importazione (stranieri) o di rientro da italiani andati in vacanza all’estero”. E ancora, spiega Cartabellotta: “Se nelle prime tre settimane di luglio i nuovi casi erano stabili (circa 1.400 per settimana), nelle ultime due sono progressivamente aumentati da: 1.736 nella settimana 22-28 luglio a 1.931 nella settimana 29 luglio–4 agosto e a 2.818 nella settimana 5–11 agosto”. Insomma, se non si inverte la rotta l’Italia rischia di seguire il destino di altri Stati europei. “I casi stanno aumentando in Germania, Francia, Spagna e in altri paesi europei” spiega Cartabellotta su Twitter. “Se si mantiene questo trend in Italia rischiamo un nuovo lockdown”. 

Fonte : Today