Presunto stupro a Fregene: individuato il gruppo di ragazzi entrato in contatto con la 20enne

Si stringe il cerchio attorno alla presunta violenza sessuale subita da una ragazza romana di 20 anni trovata priva di sensi sulla spiaggia di Fregene la notte fra domenica e lunedì dopo aver passato la serata con le amiche in un locale del litorale di Fiumicino. Sarebbe infatti stato individuato dai Carabinieri di Ostia impegnati nelle indagini, il gruppo di ragazzi entrato in contatto con la comitiva della teenager ritrovata in stato confusionale sulla battigia.

Fra loro ci sarebbe anche il giovane che potrebbe aver abusato della presunta vittima che, come riferito ai militari della Stazione di Fregene dopo aver denunciato “la violenza sessuale”, continua a non ricordare nulla di quella sera.

Una indagine serrata quella dei Carabinieri della Compagnia lidense, iniziata dopo la la denuncia della giovane. Quello che sembra essere certo è che la 20enne aveva bevuto qualche drink mentre era in compagnia delle amiche. La loro comitiva avrebbe poi conosciuto un gruppo di ragazzi fra i quali un giovane, con cui la giovane si è poi appartata, come riferito anche da diversi testimoni ascoltati dagli inquirenti. Poi il vuoto.

Soccorsa dal personale di sicurezza del locale l’adolescente è stata quindi trasportata all’ospedale Grassi di Ostia con il personale medico che ha accertato un rapporto sessuale avuto dalla ragazza. 

Poi la denuncia e le indagini con la lista dei presenti nel locale acquisita dai carabinieri. Come da disposizioni anti-Covid, infatti, all’entrata di ogni locale o attività è obbligatorio rilasciare le proprie generalità così da poter essere rintracciati in caso di eventuali casi positivi. Da qui una lista di nomi, fra i quali quelli della comitiva di cui farebbe parte il giovane che si è poi allontanato con la presunta vittima della violenza sessuale. 

Fondamentali per le indagini la collaborazione del personale di vigilanza dei locali attigui alla spiaggia dove è stata poi soccorsa la giovane, così come la testimonianza non solo della ragazza poi trasportata in ospedale ma anche dei presenti e dei suoi amici. 

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Un rapporto che la giovane ragazza romana non ricorda di aver mai avuto, che potrebbe esser stato forzato dall’abuso di alcol o da una sostanza nascosta nel cocktail: per questo la ragazza è stata sottoposta a esami tossicologici dei quali si saprà nei prossimi giorni. Al vaglio dei carabinieri, che hanno raccolto la denuncia della vittima, anche numerose testimonianze e le immagini di alcune telecamere. 

Fonte : Roma Today