Stephen King, ecco perché lo scrittore comprò il van che stava per ucciderlo

Da Christine – La Macchina Infernale a Buick 8, passando per Brivido (Maximum Overdrive), le macchine assassine hanno sempre fatto parte dell’immaginario creato da Stephen King, ed è forse questo il motivo per cui lo scrittore una volta ha deciso di acquistare il veicolo che quasi lo aveva ucciso.

Il 19 giugno del 1999, King fu investito da un mini-van durante una delle sue consuete passeggiate vicino alla sua casa nel Maine: il guidatore, Bryan Smith, spiegò di essere andato fuori strada perché distratto da uno dei suoi cani. Come risultato, King passò tre settimane in ospedale e dovette sottoporsi a ben 5 operazioni.

La cosa interessante, come detto, è che in seguito lo scrittore decise di acquistare il van da Smith. “Prenderò una mazza e lo farò a pezzi” aveva rivelato ad un giornale locale di Bridgton, Maine (via Screen Rant). Secondo alcuni report, King avrebbe comprato il veicolo di Smith – un Caravan Dodge del 1985 costato $1500 – anche per evitare che i fan potessero trasformarlo in un souvenir.

L’interesse di King per i veicoli assassini non passò neanche dopo l’incidente, anzi: nel 2002 l’autore pubblicò Buick 8, il suo secondo romanzo incentrato su una macchina soprannaturale dopo dopo Christine.

Per altri approfondimenti, vi rimandiamo ai film e serie TV tratti da Stephen King in arrivo nei prossimi anni. Intanto, qui potete trovare anche i dettagli sul nuovo romanzo di King.

Fonte : Everyeye