Elezioni Usa 2020, Joe Biden va sul sicuro: è Kamala Harris la candidata vicepresidente

Il candidato democratico alla Casa Bianca, Joe Biden, ha scelto Kamala Devi Harris come sua vice per la corsa alle presidenziali degli Stati Uniti del 3 novembre prossimo. La 55enne Harris, è una delle due senatrici per lo Stato della California. La senatrice della California è la prima donna afroamericana a competere in un ticket presidenziale: la madre è tamil, il padre giamaicano.

“Ho il grande onore di annunciare che ho scelto Kamala Harris, una combattente coraggiosa per e uno dei migliori servitori dello Stato”. Ha annunciato via Twitter il candidato democratico alla presidenza Usa, ricordando in un successivo cinguettio: “Quando Kamala era procuratore generale, ha lavorato a stretto contatto con Beau (il figlio di Biden, morto nel 2015 per un tumore al cervello, ndr). Li ho osservati mentre affrontavano le grandi banche, tutelavano i lavoratori e proteggevano donne e bambini dagli abusi. Ero orgoglioso allora e sono orgoglioso ora di averla come partner in questa campagna”.

La linea di Trump è chiara: Kamala Harris è “troppo di sinistra”. 

“Slow Joe and Phony Kamala, perfect together, wrong for America (Il lento Joe e la falsa Kamala, perfetti insieme, sbagliati per l’America, ndr)”. E’ immediata la replica Donald Trump, alla nomina di Kamala Harris da parte del suo rivale Joe Biden. Il presidente degli Stati Uniti ha infatti postato sul suo profilo Twitter un video di 30 secondi in cui attacca la neocandidata alla vicepresidenza come esponente della “sinistra radicale” che ha in progetto di “aumentare le tasse di miliardi di dollari”.

In realtà Kamala Harris non va a genio alla corrente più radicale dei democratici, per cui è una “poliziotta” (inteso non come un complimento) ma è molto conosciuta a livello nazionale, molto ammirata dalla base del partito, ha fatto la procuratrice generale in uno Stato grande come la California, ha un notevole carisma e un rapporto personale di stima con Biden. E poi ha un profilo presidenziale (era anche candidata alle primarie, ma si è tirata presto fuori dalla corsa): non è un punto di poco conto. Joe Biden ha 77 anni, in caso di elezione farebbe probabilmente un solo mandato alla Casa Bianca e proprio per questo motivo la scelta di Kamala Harris è sensata e poco rischiosa. Lei non ha mai nascosto le sue ambizioni presidenziali.

“Joe Biden può unire il popolo americano perché ha passato la vita a combattere per noi. E come presidente, costruirà un’America all’altezza dei nostri ideali. Sono onorata di unirmi a lui come candidato vicepresidente del nostro partito e di fare quello che serve per farlo diventare il nostro comandante in capo”, scrive su Twitter Kamala Harris.

“Conosco la senatrice Kamala Harris ha lungo tempo. E’ piu’ che preparata per l’incarico. Ha trascorso la sua carriera a difendere la Costituzione. E’ una bella giornata per il nostro paese. Ora vinciamo”. Lo afferma Barack Obama commentando la decisione di Joe Biden di scegliere Harris per la vice presidenza. Con Harris “Joe ha un partner ideale per aiutarlo ad affrontare le vere sfide dell’America”, aggiunge Obama.

Fonte : Today