Atalanta-PSG, Gasperini: “Possiamo fare bene. Mai arrivato così in alto. Bello Italia tifi per noi”

“Ormai ci siamo, man mano che si avvicina la partita c’è sempre maggior adrenalina. Non eravamo mai stati in questo stadio meraviglioso, peccato che non ci sarà il pubblico”. Gian Piero Gasperini, alla vigilia della sfida contro il Paris Saint-Germain in Champions League ha parlato ai microfoni di Sky Sport e si è soffermato sul fatto che la Dea è l’unica italiana rimasta in gioco nella competizione massima europea: “Ci dispiace, pensavamo che la Juventus avesse grandi chance. Il Napoli ha fatto bene ma contro il Barcellona non era facile. Siamo rimasti noi e cercheremo di fare molto bene. L’assenza della Juve è sorprendete, pensavamo passasse”.

Il tecnico dell’Atalanta ha raccontato il modo in cui sta preparando la gara di domani: “Non abbiamo scritto nessuna frase a effetto, ci portiamo dentro grandi emozioni e in campo contano anche queste. Conta poi anche la tecnica, la qualità e la tecnica. Le motivazioni saranno fondamentali”.

Gasp ha analizzato la squadra che andrà ad affrontare domani e ha fatto la conta delle assenze da una parte e dall’altra: “Il Paris Saint Germain è una grandissima squadra che in Francia domina da anni. Abbiamo superato squadre difficili, la partita sarà complicata ma abbiamo la fiducia di poter far bene. Per adesso sappiamo che non ci sarà Di Maria perché è squalificato, noi non avremo Ilicic e Gollini. Su Mbappé e Verratti vedremo domani, hanno ancora delle chance”.

A chi gli chiede se è più soddisfatto di essere qui o preoccupato per domani il tecnico degli orobici risponde così: “La soddisfazione è molta ma adesso siamo concentrati sulla partita di domani. Se passassimo la soddisfazione sarebbe più grande. Abbiamo avuto anche fortuna, come nel pareggio tra Dinamo Zagabria e Shakhtar ma devo dire che siamo stati capaci di pareggiare col City e vincere le ultime due partite, oltre ad aver battuto due volte il Valencia”.

Infine una piccola digressione sul fatto che l’Atalanta è l’unica squadra italiana ed è una sorta di portabandiera italiana in questa Final Eight: “Tutta Italia tiferà per noi? È una cosa che ci riempie d’orgoglio e ci dà una carica in più. Siamo un po’ come la Nazionale, speriamo di rappresentarla bene. Dietro ci portiamo anche tante emozioni e tante motivazioni, in campo contano tecnica, qualità, ma ci potranno comunque essere utili”.

Fonte : Fanpage