Dal Fondo nazionale innovazione arrivano 8 milioni di euro per le startup

I soldi sono a sostegno di 50 startup innovative impegnate nel rilancio post-Covid nell’ambito del programma AccelerOra

(Getty Images)

Con l’obbiettivo di supportare le giovani imprese italiane impegnate ad affrontare la difficile ripresa post-Covid, il Cdp Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale innovazione (Fni), ha deliberato un investimento di 8 milioni di euro destinato a 50 startup che fanno parte del programma AccelerOra, realizzato grazie al Fondo Acceleratori, che ha una dotazione di 125 milioni di euro.

Il nuovo stanziamento va ad aggiungersi ai 14 milioni di euro di investimenti che il programma, realizzato in partnership con 6 primari acceleratori presenti sul territorio nazionale, è riuscito ad attrarre da parte di investitori privati, per un totale di 22 milioni di euro destinati a sostenere startup soprattutto in fase iniziale.

In particolare, gli ambiti di azione in cui si muovono queste imprese spaziano dal settore medico-tecnologico a quello dell’agritech, dal fintech all’ecommerce alla moda, dall’educazione ai software b2b fino al software as a sarvice (Saas) e digital community. Una particolare attenzione sarà data poi alle realtà imprenditoriali in fase nascente nel Sud Italia, finanziate in coinvestimento con il Fondo Italia Venture II, che ha una dotazione di 150 milioni di euro di capitali sottoscritti e destinati a supportare le startup del Meridione.

Ognuna delle giovani aziende supportate potrà ricevere finanziamenti per un massimo di 300mila euro, e tutte le operazioni saranno effettuate da acceleratori, investitori terzi o soci matching grant, con stanziamenti di premi per progetti specifici.

Grazie alla partecipazione di investitori istituzionali, programmi simili puntano ad attrarre il maggior numero di investimenti anche da parte di altri attori, con l’obbiettivo di “rendere il venture capital un asse portante dello sviluppo economico e dell’innovazione del Paese”, come spiega Enrico Resmini, amministratore delegato e direttore generale di Cdp Venture Capital Sgr.

A oggi Cdp Venture Capital, partecipata al 70% da Cassa depositi e prestiti e al 30% da Invitalia (l’agenzia nazionale per lo sviluppo d’Impresa), ha in gestione 756 milioni di euro e punta entro fine anno a raggiungere il miliardo di euro di risorse da investire a sostegno delle giovani imprese innovative del nostro paese. Al momento sono già stati deliberati 100 milioni di euro di investimenti a supporto di oltre 160 startup con l’obiettivo di arrivare a sostenerne mille entro i prossimi tre anni.

Fonte : Wired