Si avvicina la Notte di San Lorenzo, le 10 canzoni alle stelle di Dydo

Scegli Me è il titolo del nuovo singolo e video del rapper Dydo. Il concept del brano dedicato all’amore, racconta di una passione così intensa da non sembrare nemmeno terrestre, e proprio negli astri e nelle stelle ruota anche il lancio del nuovo lavoro. Sceglie per noi le dieci canzoni da urlare alla luna

Machine gun Kelly – “Kiss The Sky”

Se questa playlist fosse un cielo stellato, la prima stella a brillare sarebbe sicuramente quella di Machine Gun Kelly, attualmente il mio artista preferito. “Kiss The Sky” è la versione più melodica di MGK e suona come un pugno nello stomaco soprattutto quando recita la frase “non mi servono stelle cadenti per esaudire i miei desideri” appena prima che esploda il ritornello.

 

Mostro feat Ultimo – “Fumo ancora”

Un pianoforte scarno sorregge le parole rabbiose di Mostro e il ritornello di Ultimo che ti scava dentro fino a farti quasi male. Il brano lo trovo bellissimo e a mio avviso è la migliore prova di Mostro. Malinconia liquida che si posa su un tappeto di note struggenti.

 

Raige – “Stelle”

Raige è un artista che ha tanto da dire e “Stelle” mi ha fatto volare fin dal primo ascolto. La discografica di Raige è molto intensa, ma questo capitolo è perfetto per una notte buia in cui vuoi ritrovare un pezzetto di felicità

 

Achille Lauro feat Coez – “Scelgo le stelle”

Uno dei testi più belli di Achille Lauro si è incastrato sulla punta di una stella e si è trovato avvolto in una coperta di cielo. Il ritornello di Coez arriva feroce e struggente, tanto che non puoi non esserne rapito.

 

Francesco Guccini – “Stelle”

Ascolto questo brano e mi viene in mente un cronista della vita che cammina solitario trai vicoli dell’anima. Testo che ti distrugge così tanto da spaccarti il cuore e subito dopo ne ricompone i pezzi in una nuova forma. La scrittura è un dono complicato e straordinario, ma quando impugna la penna Guccini sembra tutto così semplice e chiaro; invece che sentirti a disagio per la sua bravura, ti senti onorato di poterla leggere e ascoltare.

 

Noyz Narcos – “Sinnò me moro”

Non poteva mancare un pezzo di Noyz dato che “le meglio stelle brillano…” come rappa in “Sinnò me moro”. Narcos è uno dei miei rapper preferiti in Italia e l’album “Enemy” è pazzesco. Quando rappa le stelle tremano e restano aggrappate a stento al cielo.

 

Ghemon – “Buona stella”

Questa canzone mi mette di buon umore e regala una cascata di stelle illuminate dalla positività. Con questo brano immagino una serata dalla temperatura piacevole che anticipa l’estate dove giri in macchina con la persona che ami e canti spensierato, mentre ogni tanto i vostri sguardi si incrociano complici e felici.

 

Grido feat J-Ax – “Stelle cadenti”

Una ballad urbana che parla dello sporco dell’animo umano dove ci si aggrappa ai sogni per costruirsi un’armatura per tutte quelle notti in cui hai paura. Il brano l’ho scoperto da poco e me ne sono innamorato al primo ascolto. Grido e Ax dovrebbero fare un album insieme, perchè quando consividono un brano si sente l’ordore della periferia che impegna ogni parola e regala perle all’ascoltatore

 

Renato Zero – “Il mercante di stelle”

Zero racconta il disagio delle persone con un’eleganza che lascia senza fiato come alla visione di un cielo limpido dove sono sbocciate migliaia di stelle. Parole e interpretazione; la musica con contenuto esiste, ma a volte sta a te scovarla quando nuvole di superficialità offuscano il cielo.

 

Ultimo – “Piccola stella”

Guardando il video di questo brano realizzato durante il concerto allo Stadio Olimpico capisci quanto Ultimo sia arrivato a toccare le stelle. Canta, scrive, emoziona e sembra così genuino che è impossibile non pensare che sia davvero un grande artista. Migliaia di persone sotto un unico cielo che si lasciano trasportare dalle parole di una stella che non smette di brillare.

Fonte : Sky Tg24